Presentazione del libro “1868 – ein Hochwasser prägt die Schweiz”

0
202
Immagine da http://www.gra-nat.ch/hochwasser-1868-graubnden/1324

Nell’autunno del 1868, esattamente 150 anni fa, parti della Svizzera, tra cui anche i Grigioni, furono colpite da gravi alluvioni. Due fasi di forti precipitazioni verificatesi il 27/28 settembre e tra il 1° e il 5 ottobre fecero straripare numerosi fiumi e laghi. La gestione degli enormi danni, l’amministrazione delle generose donazioni e la questione relativa alle misure da adottare in vista di episodi futuri furono grandi sfide per il giovane Stato federale e posero le basi per la gestione di catastrofi naturali. Ad oggi nuovi metodi rendono possibile la ricostruzione dettagliata degli episodi di forti precipitazioni e delle inondazioni, mentre dal punto di vista storico è possibile valutarne la gestione.
La conclusione che se ne trae è che l’episodio ha delle conseguenze fino ad oggi:  superfici insediative, fiumi arginati, boschi di montagna; senza il 1868 la Svizzera, ad oggi, sarebbe diversa. Al contempo dall’evento del 1868 possiamo imparare per il futuro. L’intensità di episodi di forti precipitazioni aumenterà con il cambiamento climatico. E probabilmente anche in futuro saranno singoli episodi a rendere necessari nuovi approcci nella protezione contro le piene e in tal modo a dare struttura alla Svizzera di domani.

Il Centro di Oeschger per la ricerca sui cambiamenti climatici dell’Università di Berna si muove ai margini delle classiche discipline scientifiche, le quali costituiscono la solida base per la ricerca. Nei punti di contatto tra fisica, geografia, biologia, chimica, storia, economia, scienze politiche e filosofia si pongono domande interessanti, alle quali bisogna rispondere in modo scientifico. Cambiamenti climatici passati e condizioni ambientali creano il contesto per capire il presente e rendono possibile la valutazione di cambiamenti futuri. Partendo da questo contesto di ricerca è nata la nuova pubblicazione su forti precipitazioni e piene in Svizzera. Stefan Brönnimann e Stephanie Summermatter del Centro di Oeschger presenteranno la pubblicazione con un video e
due brevi relazioni; dopodiché saranno a disposizione per domande.

La manifestazione viene completata da un’esposizione tematica di opere provenienti dal fondo della Biblioteca cantonale allestita in teche.

Lunedì 24.09.2018, ore 18.00. Biblioteca cantonale dei Grigioni, Karlihofplatz, Coira.
Ingresso libero. Iscrizione non necessaria.

Informazioni:
Nadine Wallaschek, Biblioteca cantonale dei Grigioni, tel. 081 257 28 22
E-mail nadine.wallaschek@kbg.gr.ch