La Tipografia Isepponi cessa l’attività dopo 55 anni

3
2284

In questi giorni molte attività e clienti privati valposchiavini hanno ricevuto presso il proprio domicilio una lettera della Tipografia Isepponi, firmata di suo pugno da Fausto Isepponi. Lo scritto è un congedo dell’attività familare dopo 55 anni di onorato servizio. La Tipografia Isepponi chiude i battenti e, già a partire dal primo ottobre, il portafoglio clienti è stato ceduto alla Tipografia Menghini SA.

“Un po’ a malincuore, – si legge nella missiva di Isepponi – ho preso la difficile ma ponderata decisione di cessare la mia attività e cedere l’azienda familiare. La vita ci pone dei cambiamenti e ci mette davanti a nuove sfide e per tanto, è giunto per me il momento di interrompere l’impegno professionale e dedicarmi completamente alla mia famiglia”.

L’attività di tipografia fu aperta nel 1963 da Dino Isepponi nella piazzetta San Giovanni, dove oggi trova posto la Saponeria di Wanda. Lo scolaro Fausto Isepponi si appassionò così tanto all’attività del padre da decidere di conseguire l’attestato di stampatore presso la rinomata Tipografia “Engadin Press” a Samedan. Nel 1982 il giovane tornò a Poschiavo e affiancò il padre fino al 1994 (in seguito proseguì da solo) nella gestione dell’attività, che nel frattempo si era accorpata, in Via da Spultri 6, dove ancora oggi si trova, alle altre attività familiari: il Ristorante Motrice e la Panetteria Bordoni.

Raggiunto da Il Bernina, Isepponi ricorda con piacere i tanti anni di attività, gli incarichi che nel corso degli anni non sono stati solo lavoro, ma un “bell’arricchimento personale” e in particolar modo una pubblicazione: “Le Rughe della MemoriaAspetti della vita quotidiana nella Valposchiavo del Novecento”. Il libro, edito da Il Bernina e preso particolarmente a cuore da Isepponi, è uno di quelli che maggiormente è rimasto impresso nei tanti anni di lavoro del tipografo: una vera soddisfazione.

“Durante questi anni, – prosegue Isepponi nella sua la lettera – ho cercato con piacere e dedizione di fare del mio meglio per soddisfare le vostre aspettative. Questo è stato possibile anche grazie al valido aiuto dei miei collaboratori. Vi ringrazio sentitamente per l’apprezzata collaborazione e la fiducia di sempre”. Qui Isepponi, oltre a ringraziare tutti i suoi clienti, non dimentica di fare un plauso anche ai suoi familiari e ai fidati collaboratori Fabrizio e Paolo, per il sostegno e l’ottimo lavoro svolto.

Infine, come detto nell’introduzione e riportato nella lettera di congedo, viene reso noto che l’attività è stata affidata alla Tipografia Menghini SA, nelle persone di Michele e Claudio Menghini, dal primo di ottobre scorso. Fausto Isepponi tiene a far sapere che, durante il periodo di transizione, rimarrà volentieri a disposizione dei clienti, presentando, se desiderato, i nuovi gestori del servizio e offrendo consigli ed esperienza personali in campo tipografico.


Ivan Falcinella

3 COMMENTI

  1. Cari Arianna e Luciano
    Grazie mille per i vostri pensieri. Le parole dette con il cuore vanno dritte al cuore.
    Sarò sempre felice di incontrarvi qui a Poschiavo nella nostra stupenda valle.
    Grazie mille e a presto
    Fausto

  2. Caro Fausto, ho sempre apprezzato l’attività di tuo padre prima e poi quanto hai fatto tu con i tuoi collaboratori. Rricordo con molto piacere gli anni durante i quali eravate nel “vecchio” Atelier oltre il ponte. Dino, Blaser,… e anche quando Ivan lavorava nella tipografia nel nuovo Motrice. Come dice Arianna; un pezzo di storia scompare. Questo mi rattrista tanto. Sarà la scelta migliore, penso non sia stato facile arrivare a questa conclusione. Da parte mia, ti nringrazio di cuore per tutto’ cio’ che hai fatto e per il futuro ti auguro il bene piu’ grande che ci sia; te lo meriti! Con tanto affetto, Luciano.

  3. Auguri di ogni bene cari Fausto, Paolo e Fabrizio!
    Con la chiusura della tipografia Isepponi se ne và un pezzo di storia della valle. Grazie di cuore per la piacevole collaborazione nel corso degli anni; per la professionalità e l’imbattibile cordialità.
    Spero che le pagine stampate e le relazioni nate possano perdurare nel tempo!