Inizio stagione HCP, Vassella punta a migliorare l’offerta per i giovani

0
861

Il ritiro HCP a Pergine è in pieno corso di svolgimento. Dopo l’arrivo di mercoledì e i doppi allenamenti serali, fino a sabato sono in agenda altre attività similari e un’amichevole contro la compagine altoatesina del Laces. Infine, domenica, dopo un’ultima pattinata al mattino, in serata è previsto il rientro in Valposchiavo. Dopo aver sentito negli scorsi giorni l’allenatore della prima squadra, Fabio Zampol, abbiamo intervistato il presidente HCP, Francesco Vassella.

 

Francesco, in occasione dell’assemblea generale avevi dichiarato che c’erano diverse cose da migliorare: a cosa ti riferivi con queste parole? 
In questi mesi abbiamo lavorato molto per migliorare l’organizzazione della società e per non rifare gli errori dell’anno scorso. Sono soddisfatto di come i membri del comitato abbiano preso seriamente questa sfida e sono fiducioso per l’inizio di stagione. Per quel che riguarda la prima squadra, invece, la stagione è appena cominciata, quindi andremo proprio in queste settimane a migliorare laddove fosse necessario. Si tratta comunque di piccoli accorgimenti interni al gruppo che, sommati tra di loro, possono migliorare sia le prestazioni che aumentare il piacere di giocare a hockey.

Sempre durante l’assemblea parlavi di creare un nuovo programma di gestione online per l’alto numero di iscritti al settore giovanile, è stato fatto?
Il programma online è pronto già da qualche mese e ci stiamo abituando ad usarlo. Ci vorrà un po’ di tempo per sfruttare al massimo i vantaggi e le potenzialità del nuovo software.

Per la nuova stagione le adesioni sono aumentate?
Nelle ultime settimane sono entrati i primi nuovi annunci per la nuova stagione, altri seguiranno non appena inizieranno le attività sul ghiaccio. Ci tengo comunque a sottolineare come l’aumento delle adesioni non sia un nostro obbiettivo principale, piuttosto miriamo a mantenere costante il numero di ragazze e ragazzi, ma soprattutto a migliorare l’organizzazione e la struttura dell’organizzazione e a migliorare la qualità delle nostre offerte.

E gli allenatori volontari sono stati trovati?
Gli allenatori volontari sono fondamentali per il nostro club e anche quest’anno si sono messi a disposizione. Per le categorie dei più piccoli contiamo di riuscire a coinvolgere altri genitori durante il corso della stagione.

Infine una domanda classica: quali saranno le novità e gli obiettivi per la stagione che sta per iniziare?
Come detto, l’obiettivo principale è migliorare la nostra offerta per i giovani della Valposchiavo. Dal punto di vista dei risultati sul campo: con la prima squadra vorremmo centrare per la quarta volta di fila la qualificazione al Master Round e giocarci la vittoria del campionato fino alla fine, mentre per le categorie del settore giovanile non vogliamo imporci obiettivi sportivi. Le novità per la stagione che sta arrivando sono l’organizzazione di un torneo per la categoria U12, dove ci faranno visita l’HC Ambrì Piotta, HC Lugano e l’EHC St. Moritz, e l’introduzione, durante la stagione, di allenamenti specifici per i nostri portieri, tra l’altro con l’aiuto di un allenatore professionista messo a disposizione dalla Swiss Ice Hockey Federation. Inoltre, il settore giovanile ha subito una riorganizzazione e la parte legata al disco su ghiaccio ha preso il nome di Hockey Academy Repower e tutte le ragazze e i ragazzi che ne fanno parte riceveranno la tuta della società. Per concludere, stiamo migliorando le nostre infrastrutture e la squadra più matura della nostra società, i Traktor, riceverà la nuova divisa per le partite ufficiali.


A cura di Ivan Falcinella

Membro della redazione