Rinaturalizzazione: Ora delle domande

0
157
Immagine da: www.rsi.ch

Gran Consiglio
Sessione di ottobre 2018

ORA DELLE DOMANDE
concernente le conseguenze delle operazioni di rinaturalizzazione sul territorio

 

Importanti operazioni di rinaturalizzazione sono tuttora in corso – e proseguono verso il Ticino – sull’argine della Moesa in territorio di San Vittore. Numerosi alberi sono stati sacrificati a questo scopo, il terreno e’ stato scavato in profondita’, la primaria fisionomia del luogo e’ irriconoscibile.

Malgrado il fatto che promotrice e conduttrice di queste operazioni sia la Confederazione, formulo le seguenti domande all’indirizzo del Governo cantonale:

1) Questi cambiamenti, soprattutto quelli a livello di territorio vero e proprio, tengono conto della proiezione dei cambiamenti atmosferici in atto che prevedono estati sempre piu’ torride e mesi autunnali e primaverili caldi, cio’ che puo’ significare mancanza d’acqua per i canali che sono stati scavati artificialmente, con proliferazione di zanzare e microorganismi patogeni e pericolosi per l’uomo?

2) Verra’ la popolazione in futuro privata della fruibilita’ di queste zone nelle quali fino a poco tempo fa ha potuto liberamente passeggiare, fare jogging, andare in bicicletta, giocare e fare altri sport e questo su chilometri e chilometri di lunghezza (paradigma “Grigioni in movimento”)?

3) A proposito dei costi: chi si assumera’ l’onere dei costi di manutenzione o di rifacimento di questa grande parte di territorio e come si giustificano i tanti milioni investiti per opere che preoccupano seriamente la popolazione?


Nicoletta Noi-Togni, 15 ottobre 2018