Evelina ritorna in nazionale ed è subito decisiva

1
1271
Evelina con la nuova casacca del Reinach. Immagine da: http://screinach.ch

Dopo l’amaro quinto posto, ad inizio anno, ai Giochi Olimpici Invernali di Pyeongchang, la nostra Evelina Raselli, che al tempo non aveva affatto digerito l’esclusione dalla finalissima, ha dimostrato la sua voglia di rivincita firmando, con due gol su rigore, la vittoria della nazionale rossocrociata contro la Germania (3-2 ai rigori) venerdì scorso nella prima partita del torneo di Monthey. Nella giornata di sabato, le ragazze elvetiche hanno superato la Cechia per 4-1 grazie alle marcature di Waidacher, Stalder, Forster e Ryhner (tre gol in powerplay). Il torneo di Monthey si è concluso ieri, domenica, contro la Russia, la bestia nera delle nostre ragazze, che ha rifilato ad Evelina e compagne una sonora sconfitta per 8-1. Il Bernina ha raggiunto Evelina poco prima della partenza per la cittadina del Canton Vallese, per parlare con lei del ritorno in nazionale e del suo recente cambio di casacca.

 

Evelina, stai per tornare in gruppo con la nazionale Svizzera, come ti senti?
A breve partirò per Monthey per un torneo con la nazionale durante il quale affronteremo Germania, Russia e Cechia. Finalmente torno sul ghiaccio con la nazionale, è una bella sensazione!

Passaggio dalle Ladies di Lugano all’SC Reinach e trasferimento a Ebikon. Ci racconti come stai vivendo i primi mesi di questa avventura?
È una sfida. Ci sono cose che già funzionano al meglio e altre a cui sto lavorando. Il cambiamento è stato abbastanza “forte”, però devo dire che mi trovo bene qui. La squadra mi ha accolto alla grande ed è un bel gruppo; sul ghiaccio sto cercando di trovare il mio ruolo, e questo non sempre è così scontato. Anche per quanto riguarda gli allenamenti ci sono stati dei cambiamenti a cui ho dovuto adeguarmi, ma va sempre meglio, quindi va bene così.

La rete di Evelina contro il Giappone ( Photo of Matt Zambonin/HHOF-IIHF Images)
Immagine dalla pagina FB di Evelina Raselli

Campionato iniziato e subito la squadra da battere sono le Ladies Lugano, cosa hai provato a scendere in campo contro le tue ex compagne? 
La prima partita contro il Lugano è stata difficile, sopratutto a livello emotivo: avevo il focus su ben altro che la partita, come si può dire… sono contenta che sia passata. Anche la seconda partita è andata a favore del Lugano (2:1) ma è stata giocata a Biasca, lì le cose sono andate decisamente meglio. Penso che tornare alla Resega la prima volta da avversaria sarà comunque strano.

Prime partite di campionato, che idea ti sei fatta? Da avversaria, credi siano le Ladies anche quest’anno le favorite per il titolo?
Devo dire che finalmente il campionato è più equilibrato. Le partite sono tirate e tutte vanno giocate prima di conoscere il nome del vincitore. Il Lugano sicuramente è una favorita, ma anche loro dovranno vincere le partite importanti al momento giusto.

Abbiamo recentemente parlato della partenza della stagione HCP, ci dai un parere da esperta? Dove credi arriverà la prima squadra quest’anno?
Seguo sempre i risultati dell’HCP, ma vedendo solo quelli è difficile dare un parere. Penso che la prima squadra sia pronta a giocare un buon campionato. Il fatto di poter giocare le partite di Coppa Svizzera contro un avversario più forte credo sia fonte di motivazione.


Ivan Falcinella

1 COMMENTO