Il carcere: un partner per l’artigianato grigionese

0
129
I due capannoni industriali (giallo/blu), la falegnameria (rosso) e l'atelier (rosa) del nuovo penitenziario di Cazis

L’Ufficio per l’esecuzione giudiziaria è attualmente alla ricerca di imprese, aziende artigianali e di servizi grigionesi desiderose di svolgere la loro attività produttiva negli spazi artigianali del nuovo penitenziario a regime chiuso di Cazis Tignez. Un nuovo video della Cancelleria dello Stato presenta i vantaggi di una collaborazione con il carcere.

Nelle immediate vicinanze del penitenziario a regime aperto Realta è in corso la costruzione del nuovo penitenziario Cazis Tignez. Una volta posto in esercizio, nei suoi spazi artigianali potranno trovare occupazione fino a 152 detenuti. Questi nuovi spazi sono importanti poiché in conformità alla legge i detenuti sono tenuti a lavorare. Circa la metà dei collocati realizza prodotti e servizi destinati al mercato esterno. Essi eseguono lavori di imballaggio e confezionamento, svolgono lavori di falegnameria, montaggio e riciclaggio e possono assumere anche incarichi da altri settori.

Incontri informativi per interessati
In occasione di incontri tenuti a Cazis, l’Ufficio per l’esecuzione giudiziaria ha informato gli interessati attivi nel mondo dell’industria e dell’artigianato in merito alle varie possibilità di utilizzazione dell’infrastruttura artigianale del penitenziario di Cazis Tignez. Il Consigliere di Stato Christian Rathgeb, direttore del Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità, e la direzione dell’Ufficio per l’esecuzione giudiziaria, guidata dal capoufficio Mathias Fässler, hanno illustrato l’importanza del lavoro per i detenuti che stanno scontando una pena e hanno fornito informazioni in merito alle possibilità produttive all’interno delle nuove officine.

Le molteplici funzioni del lavoro per i detenuti
Nell’organizzazione dell’esecuzione della pena il lavoro ha molteplici funzioni. Settori di apprendimento e di esercizio in ambito professionale e pedagogico hanno lo scopo di consolidare la fiducia dei detenuti nelle proprie capacità e di attivare il potenziale individuale. Le attività professionali sostenute in questo modo migliorano le possibilità del detenuto di vivere dopo il rilascio senza commettere altri reati. Un mandato di produzione conferito al penitenziario di Cazis Tignez contribuisce inoltre a ridurre i costi della detenzione.

Aziende artigianali del penitenziario quale partner
Le richieste economiche del penitenziario di Cazis Tignez si orientano alle esigenze del mercato, al pari di quelle di aziende dell’economia privata. I prezzi di prodotti e servizi si allineano a quelli di prodotti e servizi paragonabili offerti sul libero mercato. Le aziende artigianali del penitenziario di Cazis Tignez si considerano un partner e non un competitore dell’economia locale e sono perciò molto interessate a possibili collaborazioni. Ciò include anche la possibilità di realizzare produzioni in quantità molto limitate. Gli spazi multifunzionali dei due capannoni industriali, della falegnameria e dell’atelier sono quindi a disposizione per esigenze di produzione individuali dell’economia grigionese.

Maggiori informazioni relative al penitenziario di Cazis Tignez sono disponibili sul sito web dell’Ufficio per l’esecuzione giudiziaria www.ajv.gr.ch.


Cantone dei Grigioni