Wolfgang Hildesheimer all’Università di Urbino

    0
    430

    Wolfgang Hildesheimer torna a far parlare di sé. Dopo la corposa rassegna che lo ha celebrato nel centenario dalla nascita, la sua eco continua a interessare la vita culturale delle realtà che ha influenzato e continua ad influenzare; e lo fa, questa volta, con una borsa di studio messa a disposizione dalla Libreria Il Mosaico di Tirano.

    Il negozio abduano, infatti, ha stretto un accordo con la Fondazione Carlo e Marisa Bo dell’Università di Urbino per attivare un sussidio del valore totale di 750 euro (di cui 500 in denaro contribuito dalla libreria e 250 in alloggio presso il Collegio Internazionale di quella città) dedicato agli studi sull’opera letteraria di Wolfgang Hildesheimer, il grande scrittore e artista di origine tedesca vissuto a Poschiavo dal 1957 fino alla sua morte, nel 1991.

    Il bando, rivolto ai dottorandi, dottori di ricerca o studiosi, è scaduto lo scorso 31 ottobre: presto si conoscerà il nome del vincitore, il quale dovrà svolgere la sua ricerca entro il 31 dicembre 2019. La borsa di studio, come si legge nella convenzione, ha come scopo la pubblicazione in cartaceo, oppure on-line, di un saggio su Wolfgang Hildesheimer presso la casa editrice della Libreria Il Mosaico, resasi già protagonista, nel 2016, della pubblicazione della nuova edizione italiana di Tynset, l’opera che fece emergere Wolfgang Hildesheimer sulla scena letteraria internazionale.

    Alberto Gobetti con la nuova edizione italiana di Tynset

    “Lo scopo, da parte mia, – afferma Alberto Gobetti, titolare della libreria tiranese – è di contribuire ad ampliare e approfondire le conoscenze sull’opera di un tal personaggio, che ha meritato recentemente grande attenzione da parte degli studiosi di letteratura tedesca transalpini, ma non sufficiente da parte di quelli italiani, nonostante i lunghi soggiorni di Hildesheimer a Urbino e il suo stretto legame con gli ambienti culturali lombardi, inizialmente mediati dalla figura di padre Camillo de Piaz”.

    L’istituzione della borsa di studio, resa possibile grazie alla Fondazione Carlo e Marisa Bo per la Letteratura Europea Moderna e Contemporanea, rivolta ai dottorandi, dottori di ricerca o studiosi di età inferiore ai 35 anni, ha anche lo scopo di avvicinare i possibili destinatari al patrimonio librario della fondazione e a quello delle biblioteche dell’Università di Urbino.


    Marco Travaglia

    Caporedattore e membro della Direzione