Spazio ai desideri delle frazioni nell’ultima seduta di Giunta

0
867

Nell’ultima seduta dell’anno di Giunta del Comune di Poschiavo, tenutasi lunedì 10 dicembre, oltre al rito del giuramento da parte del nuovo Podestà, c’è stato spazio per saluti e ringraziamenti. Il quarto punto all’ordine del giorno, invece, ha offerto uno spazio agli Enti frazionali, che hanno così potuto sottoporre all’assemblea quanto emerso durante le riunioni annuali.

Per quanto riguarda Le Prese si è presentato Francesco Zanetti. Egli ha presentato tre obiettivi che la frazione si augurerebbe vengano centrati in futuro, ossia una generale salvaguardia del lago e del territorio circostante, un miglioramento dell’ingresso a Nord e la presa in esame della realizzazione di una circonvallazione stradale.

Reto Capelli ha rappresentato la situazione a Prada-Annunziata, evidenziando alcune opere realizzate in collaborazione con i disoccupati e il Comune. Sono state inoltre presentate alcune criticità per quanto riguarda, tra le altre cose, il ponte Fananco e il manto stradale. Particolare attenzione è stata inoltre riservata alla mancanza di un marciapiede nei pressi dei magazzini di Viale, così come delle strisce pedonali nei pressi dell’attraversamento stradale che porta al ponte sopra il Poschiavino.

Per l’ente frazionale Campiglioni ha parlato Renato Cirolo che, dopo aver informato circa alcune opere svolte, ha espresso i tre desideri della contrada: il più sentito riguarda sicuramente la passerella in zona Cortini, la cui esigenza, è stato detto, è stata evidenziata anche nell’ultima votazione popolare; un’altra richiesta riguarda il piazzamento di un molok in Via Campiglioni: la sua assenza, infatti, rappresenta una difficoltà per i più anziani. La terza richiesta, invece, riguarda la realizzazione di un parcheggio davanti al vecchio asilo.

Per il Borgo ha invece preso la parola Peter Marchesi. Dopo aver espresso la necessità di migliorare l’illuminazione in Via di Palaz e nel sottopasso adiacente Casa Anziani, sono state espresse alcune priorità: delle misure per agevolare il recupero dei nuclei storici, la realizzazione di alcuni parcheggi pubblici e la necessità di trovare una soluzione per quanto riguarda il parcheggio delle biciclette in piazza.

L’ultimo intervento, probabilmente il più corposo, ha riguardato la frazione Aino. Graziano Crameri, oltre ai lavori eseguiti, ha presentato una vera e propria lista di pendenze: due zone nelle quali installare il cartello con il limite dei 30 km/h, degli interventi su alcune strade (Raviscé, accesso zona industriale Li Gleri, Robbia, Permunt), la sicurezza pedonale al Volt, una fermata postale a San Carlo sud, interventi in zona Robbia – Al Sac, il ponte Aino, il mantenimento della passerella nei pressi delle scuole e a Sfazù il parcheggio per la Val di Campo.

Prima dell’inizio della seduta: tanti sorrisi e un clima da ultimo giorno di scuola

Alla fine delle orazioni, numerosi sono stati gli apprezzamenti dei consiglieri per l’impegno delle frazioni. Flavio Lardi (PLD) e Fulvio Betti (UDC) hanno evidenziato l’importanza di credere nei progetti che si intende realizzare; quest’ultimo ha inoltre invitato gli interessati a non farsi scoraggiare in partenza nel presentare i propri desideri in Giunta. “Troppe volte – ha detto il consigliere UDC – ho sentito dire: tanto la Giunta non ha i soldi. E’ sbagliato pensarla in questo modo – ha aggiunto – la Giunta ha esaminato sempre tutti i progetti”.

In conclusione della seduta il consigliere comunale Renato Isepponi, oltre ad aver ammesso alcune difficoltà ad inizio legislatura, “superate grazie ad un lavoro costruttivo”, ha ringraziato pubblicamente i consiglieri uscenti per l’impegno profuso. Il presidente di Giunta Reto Capelli ha concluso gli interventi con una battuta: “Siamo arrivati sani e salvi alla fine del 2018”. Augurando buon lavoro ai nuovi arrivati, ne ha sottolineato due aspetti particolarmente positivi: la giovane età e la presenza, tra le loro fila, di tante donne. “Per me – ha concluso il suo intervento – questo anno da presidente è stato molto interessante e positivo”.


Marco Travaglia