Agro+Tourismus Graubünden: un workshop a Poschiavo

0
310

Agro+Tourismus Graubünden: l’Alta Scuola per la Tecnica e l’Economia HTW Chur organizza un workshop a Poschiavo per approfondire la collaborazione tra l’agricoltura e il turismo

Nei Grigioni il turismo e l’agricoltura ricoprono un ruolo fondamentale. Benché questi settori economici siano di grande valenza socioculturale per le regioni, sono confrontati con sfide considerevoli. Per sviluppare ulteriormente l’agriturismo nei Grigioni l’Alta Scuola per la Tecnica e l’Economia HTW Chur, sotto la direzione generale dell’Ufficio per l’Agricoltura e la Geoinformazione, ha ricevuto l’incarico di valutare le potenziali sinergie fra agricoltura, turismo e altri settori e di definire misure atte alla loro incentivazione.

Il progetto «Agro+Tourismus Graubünden» della HTW Chur, in collaborazione con attori dell’agricoltura, della trasformazione e del turismo (albergheria/gastronomia), persegue principalmente l’obbiettivo di definire e di generare il potenziale per una migliore collaborazione.

In modo particolare il progetto mira da una parte all’integrazione dei prodotti regionali nell’albergheria e nella gastronomia e dall’altra alla creazione di esperienze agrituristiche comuni e allo sviluppo di offerte commerciabili. «La persistente tendenza alla regionalità rafforza il connubio fra gastronomia e agricoltura locali. Adesso servono idee innovative per sfruttare al massimo il potenziale della collaborazione e per rendere il Grigioni gustoso agli ospiti», spiega Marc Tischhauser, gestore di GastroGraubünden. In fin dei conti l’ambizione è quella di generare attraverso questa collaborazione ulteriore valore aggiunto per entrambi i settori e di realizzare la base per uno sviluppo sostenibile nelle regioni strutturalmente deboli e quindi il rafforzamento della competitività delle branche coinvolte.

Nel contesto del progetto devono fra l’altro essere garantiti i punti di incontro anche fra altri progetti regionali come per esempio il progetto 100% Valposchiavo promosso da Valposchiavo Turismo insieme alle associazione agricole di Brusio e Poschiavo e all’associazione Artigiani e Commercianti Valposchiavo.

Nuove offerte e forme di cooperazione grazie ai laboratori per l’innovazione
Grazie al progetto 100% Valposchiavo la nostra regione è stata scelta con Parc Ela e Lenzerheide come regione pilota dove svolgere i laboratori gestiti dai collaboratori del Centro per la ricerca politico-economica (ZWF) e dell’Istituto per il Turismo e il Tempo libero (ITF) della HTW Chur per coinvolgere attivamente gli attori regionali di questi settori nella ricerca di idee e nell’ulteriore sviluppo. Dopo il laboratorio di Lenzerheide e Parc Ela svoltosi il 27 novembre 2018 a Bergün, il prossimo appuntamento è previsto in Valposchiavo.

«Il progetto 100% Valposchiavo, operativo dall’estate 2015, è per noi un ottimo vettore di visibilità sul nostro mercato principale, la Svizzera interna. Il rafforzamento dei circuiti economici regionali è uno degli argomenti più importanti per questo progetto. Il laboratorio della HTW è un’ottima occasione per approfondire la collaborazione tra i settori dell’agricoltura, della trasformazione alimentare e del turismo. Ci permetterà di approfittare di know how esterno per migliorare le nostre offerte targate 100% Valposchiavo», sottolinea Kaspar Howald, direttore di Valposchiavo Turismo.

Il laboratorio in Valposchiavo si svolgerà mercoledì 30 gennaio 2019 dalle 14 alle 17:30 presso il salone de La Tor a Poschiavo. Per ulteriori informazioni o iscrizioni ci si può rivolgere a Valposchiavo Turismo: info@valposchiavo.ch, T 081 839 00 60.

Gli operatori agrituristici dei Grigioni offrono agli ospiti esperienze autentiche della nostra cultura alpina. L’integrazione sia nell’agricoltura che nel turismo rappresenta tuttavia un importante mole di lavoro con poche opportunità di collaborazione con altri attori per sviluppare e attuare idee innovative. Il laboratorio per l’innovazione «Agro+Tourismus Graubünden» offre una buona occasione per far seguire ai precedenti eventi idee concrete e per trovare nuove forme di cooperazione nella regione.


Valposchiavo Turismo