Agri+Turismo=Sviluppare migliori sinergie tra agricoltura e turismo

0
873

Nel pomeriggio di mercoledì 30 gennaio, presso il salone de La Tor a Poschiavo si è svolto il workshop dal titolo “Laboratorio per l’innovazione Agri+Turismo”, dedicato allo sviluppo delle cooperazioni fra agricoltura (produzione/trasformazione) e turismo (albergheria/gastronomia) in Valposchiavo. La moderazione è stata assunta da Gian Andrea Pola dell’Ufficio per l’Agricoltura e la Geoinformazione dei Grigioni.

Voluto dall’HTW di Coira nell’ambito di un progetto del Cantone che si chiama “Agro+Turismo”, l’incontro, a cui hanno partecipato una quarantina di persone tra produttori, trasformatori e albergatori, è stato organizzato nel nostro territorio grazie al richiamo mediatico del progetto “100% Valposchiavo”; la nostra regione, infatti, è stata scelta come territorio pilota dove svolgere i laboratori gestiti dai collaboratori del Centro per la ricerca politico-economica (ZWF) e dell’Istituto per il Turismo e il Tempo libero (ITF) della HTW Chur.

L’obiettivo dichiarato, come detto, è quello di coinvolgere attivamente gli attori di agricoltura e turismo nello sviluppo, nella valutazione e nell’elaborazione di idee concrete per la Valposchiavo. In questo senso, il direttore di Valposchiavo Turismo Kaspar Howald si è detto soddisfatto; la larga partecipazione, infatti, ha affermato al nostro giornale, “dimostra che c’è interesse ed entusiasmo per questo tipo di collaborazioni“.

Se da una parte siamo un passo avanti rispetto ad altre regioni del Cantone, questo il pensiero di Howald, dall’altra abbiamo ancora tante cose da fare: “Mancano maggiore informazione e coordinazione di domanda e offerta; su questo – ha detto – dobbiamo lavorare”.

Toccherà ora agli addetti ai lavori approfondire i risultati di questo workshop, avendo come obiettivo, ha concluso il direttore di Valposchiavo Turismo, quello di “organizzare più incontri di questo tipo per assicurare un maggior flusso di informazioni” tra gli operatori.


Video e foto di Bruno Raselli – Testo di Marco Travaglia