Disoccupazione: scende a febbraio al 2,7%

0
79

Il tasso di disoccupazione in Svizzera è sceso in febbraio al 2,7% dal 2,8% di gennaio. È quanto indica stamane la Segreteria di stato dell’economia (SECO).

Alla fine di febbraio erano iscritti presso gli uffici regionali di collocamento (URC) 119’473 disoccupati, ossia 4’489 in meno rispetto al mese precedente e 24’457 in meno rispetto a febbraio di un anno fa.

Il numero di giovani disoccupati (15-24 anni) è diminuito di 684 unità (-5,1% sul mese) e anche i senza lavoro di 50 anni e più hanno registrato un calo (-926 persone; -2,7%). La contrazione riguarda tutte le fasce d’età.

Il primo luglio 2018 è stato introdotto in tutta la Svizzera l’obbligo di annunciare i posti vacanti per i generi di professioni con un tasso di disoccupazione pari almeno all’8%. Il numero dei posti annunciati all’URC è aumentato in febbraio di 5’174 raggiungendo le 36’766 unità. Di questi, 23?066 sottostavano all’obbligo.

In Ticino la disoccupazione è scesa al 3,3% (-0,2 punti rispetto a gennaio) e nei Grigioni all’1,3% (pure -0,2 punti). I tassi più alti si registrano a Ginevra (4,4%; -0,1) e Neuchâtel (4,1%; -0,2), i più bassi a Obvaldo e Nidvaldo (0,9%, dato invariato nel primo caso e in discesa di 0,2 punti nel secondo).

Fra gli stranieri il tasso di disoccupati iscritti si attesta al 5,1%, anche se si evidenziano notevoli differenze fra nazionalità. Si passa così dal 1,8% dei danesi e il 2,8% dei tedeschi, al 9,1% dei cittadini del Kosovo o al 14,2% dei bulgari, passando per il 9,8% che fanno registrare in media i Paesi africani.

Per quel che riguarda i disoccupati di lunga durata il totale raggiunge le 15’606 unità (-3,2% sul mese). La quota di questa realtà arriva al 56,4% nella Svizzera tedesca e al 43,6% in Romandia e Ticino. Fra svizzeri e stranieri la percentuale si attesta rispettivamente al 57,4% e al 42,6%.

La SECO fornisce anche i dati relativi al lavoro ridotto, che si riferiscono allo scorso dicembre: in quel mese sono state colpite dalla disoccupazione parziale 842 persone (-7,1% rispetto a novembre). Il numero delle aziende interessate è sceso a 58 (-4,9%).

Secondo dati provvisori, nel dicembre 2018 sono state 2’300 le persone che hanno esaurito il loro diritto alle prestazioni dell’assicurazione contro la disoccupazione.


ATS