Due giornate, tante risate!

0
273

A titolo di novità, quest’anno il settore sci alpino ha trascorso una due giorni bianca sulle piste di Scuol con familiari e amici dei partecipanti al gruppo G+S.

Dopo il ritrovo sul parcheggio del Palazzo Mengotti, di buon mattino i 36 partecipanti si sono diretti alla volta di Scuol per tastare le nevi di Motta Naluns in diversi gruppi: i ragazzi ed i monitori hanno svolto il solito allenamento mentre gli ospiti hanno sciato con i monitori non impegnati fino all’ora di pranzo per poi mangiare in una struttura accogliente e ben arredata continuando poi a sciare nel pomeriggio.

Dopo aver tolto scarponi e depositato gli sci nelle macchine, una breve trasferta ci ha visti arrivare a Sur En, più precisamente alla Pensiun Lischana dove abbiamo depositato gli scarponi, calzato le pantofole e ritirato le camere: ragazzi e ragazze rigorosamente in dormitori separati e gli adulti in spartane camere da spartire… Dopo aver sistemato le brande ed aver trascorso alcuni momenti di libertà, nella sala ci siamo ritrovati per una ricca e gustosa cena a base di piatti locali.
Prima del dessert i ragazzi hanno avuto un attimo di tempo per digerire ed al rientro hanno potuto assistere ad uno spettacolo molto apprezzato: la preparazione prima, durante e dopo la gara di Kitzbühel da parte di un asso dello sci alpino rossocrociato: Didier Cuche! Tra risate, gag e tanto divertimento, la serata continua all’insegna del gioco e delle risate in compagnia.

Dopo una notte un po’ più movimentata del solito, alle otto erano tutti presenti per una lauta colazione a base di pane e marmellate fatte in casa. Poi riordino camere, congedo dai simpatici gestori e via di nuovo verso le piste, con un tempo non proprio dei migliori ma con tanta positività. Dopo una mattina con allenamento tra il vento e le palme (per i meno agguerriti) il pranzo consumato nella Chamanna Naluns verrà a lungo ricordato per le generose porzioni. A pancia piena calziamo di nuovo gli attrezzi per avventurarci lungo la “Traumpiste”, dove in passato una lunga gara di super G portava fino al paese di Sent. In una discesa quattro stagioni (dalle innevate e ventose condizioni della cima alle inzuppate e pioverecce nevi primaverili del fondovalle) l’allegra comitiva è poi salita sul bus per far rientro al punto di partenza e congedarsi da una due giorni diversa dal solito, ma molto apprezzata da tutti i partecipanti.

Un doveroso ringraziamento va a Moreno Isepponi per l’organizzazione e a tutti i presenti per lo spirito positivo e propositivo, che si spera possa ripetersi anche negli anni a venire. “Lè veru stait bel!”


Per la SPP, Lino Compagnoni