Federico Lardi trascina i Tigers ai play-off

1
889

Federico Lardi, il noto difensore valposchiavino, sta dispuntando un’altra stagione da protagonista. Per l’SC Langnau Tigers, infatti, ha contribuito al raggiungimento dello storico risultato (questa è la seconda volta) dei play-off. Lo abbiamo intervistato.

 

Buongiorno Federico, ci siamo sentiti a novembre e le cose sembrano andare al meglio per la tua squadra…
Sì! A fine campionato regolare il Langnau aveva il miglior boxplay di tutta la lega con una percentuale dell’ 85.96 %, seguito dallo Zugo (84.97%) e dal Berna (84.35%) e il terzo miglior powerplay.

E per quanto ti riguarda?
L’allenatore Heinz Ehlers mi dà tanta fiducia, facendomi giocare sempre in inferiorità numerica, ruolo che ricopro con piacere. Da una statistica della Federazione svizzera di hockey (sihf.ch) risulta che sono uno dei difensori con più minuti di gioco…

Ad inizio stagione hai parlato molto bene della squadra e dell’atmosfera che si respirava: è questo il segreto che vi ha portato ai play-off?
Se l’atmosfera negli spogliatoi è ottima, è molto probabile che le cose sul ghiaccio vadano anche meglio. Vincendo alcune partite ad inizio stagione abbiamo sviluppato una buona dinamica nel gruppo e siamo stati costanti per tutta la stagione regolare.
Da sabato scorso stiamo giocando i playoff e il nostro avversario è il Losanna. La serie è equilibrata (1:1) e si disputa al meglio delle 7 partite.

Qual è l’obiettivo che vi siete posti come squadra?
Ad inizio campionato non sapevamo dove ci saremmo posizionati rispetto alle altre squadre, perché abbiamo giocato tutte le partite di preparazione contro squadre estere. Ci siamo concentrati sullo sviluppo del nostro gioco di squadra e sul miglioramento delle caratteristiche individuali, per poter affrontare la stagione nel modo migliore.

(KEYSTONE/Gian Ehrenzeller)

Come ti senti? Sei in forma per affrontare al meglio le prossime partite?
La squadra si sente bene e personalmente mi sento a mio agio in questo gruppo. Mi piace giocare per i Tigers. Come già detto la serie è molto equilibrata, come d’altro canto lo è stato tutto il campionato. Cercheremo di dare il massimo per arrivare il più lontano possibile.

Ad inizio stagione, gli obiettivi che ci avevi dichiarato erano: “far crescere la squadra e diventare un’organizzazione sempre più conosciuta, con una buona reputazione e finanziariamente sana”. Pensi che siete sulla buona squadra?
Sì, penso che siamo sulla buona strada. Avendo raggiunto per la seconda volta i playoff nella storia del Langnau (a scapito di Friborgo, Zurigo, Davos e Rapperswil che disputeranno i playout), tutta la Svizzera amante dello sport del disco su ghiaccio ne ha parlato e così non è stato solo un successo sportivo, ma pure mediatico. Finanziariamente, visto l’interesse suscitato, siamo diventati più attrattivi per i nostri sponsor.


Marco Travaglia

1 COMMENTO