Anna Galanga nel nuovo Annuario d’Arte Contemporanea Artisti

0
94
Anna Galanga con Luna Berlusconi

Continuano anche quest’anno gli importanti impegni artistici della tiranese Anna Galanga. Il 2019, infatti, è iniziato con la conclusione di una bella esposizione a Napoli, la Mostra Colletiva di pittura, scultura, grafica e fotografia artistica dal titolo “Realtà artistiche contemporanee”, realizzata dalla Commissione Scientifica formata dal prof. Rosario Pinto, critico e storico dell’arte, dall’ing. Gennaro Corduas, critico d’arte e direttore artistico dell’Associazione Culturale Napoli Nostra. Successivamente ha avuto altri impegni artistici a Venezia, alla San Vidal: “E’ sempre la mia Galleria più amata – confessa Galanga – e per l’occasione era presente anche il Patriarca di Venezia oltre ad altre autorità politiche”.

Domenica 31 marzo, invece, è rientrata da Milano. Presso lo spazio Watt 37, infatti, è stata inaugurata la mostra delle opere di alcuni degli artisti presenti nel nuovo Annuario d’Arte Contemporanea Artisti. Tra di essi figurava anche Anna Galanga, che esibiva la grande tela ad olio “Noli me tangere”.

Durante la presentazione del volume, che contiene la recensione di più di quattrocento artisti, sono intervenuti gli editori Pietro e Sandro Serradifalco, Luna Berlusconi, il giornalista e critico d’ arte Angelo Crespi, il critico d’arte Paolo Levi, il Direttore Marketing Mondadori Retail s.p.a Francesco Riganti e l’editore de IlGiornaleOFF – #CulturaIdentità Edoardo Sylos Labini.

Qui Anna Galanga ha potuto incontrare e confrontarsi con grandi e rappresentativi Artisti di New York, San Francisco, Cina, Messico, Uruguay, Svizzera, Spagna, Francia, Germania, Slovenia e altri ancora.

“Posso affermare che – ha commentato l’artista tiranese – dopo essere stata presente ad un evento di così ampio respiro ed essere stata gratificata dalle lusinghiere considerazioni “affabulanti” dei critici, ritorno in Valle rinvigorita e rinnovata nello spirito e nella mente, pronta a tuffarmi in nuove avventure. Anzi, riesco già a sentire «le flux créatif qui me remplit à nouveau».

“Un grazie – conclude Galanga – al fascinoso editore Sandro Serradifalco, al magnetico critico d’arte Angelo Crespi, all’inossidabile Presidente del Comitato scientifico e critico d’arte Paolo Levi, che ha quotato con generosità i miei lavori, e a quanti hanno reso possibile questo grande evento; grazie per avermi donato un’eccitante esperienza artistica e mondana, ricca di spunti  intellettivi ed intellettuali e stimolo ad una rinnovata joie de vivre“.


Marco Travaglia