Pellegrini a Roma per quattro giorni

0
575

Ormai una tradizione per i giovani delle terze secondarie
«Cari ragazzi, vi incoraggio, a crescere nella fede e nella carità, impegnandovi a portare frutti buoni. Il Vangelo sia la vostra regola di vita». Così papa Francesco si è rivolto ai giovani pellegrini presenti all’udienza generale che, mercoledì 24 aprile, ha tenuto in una gremita piazza San Pietro a Roma. Tra loro c’era anche un gruppo di giovani provenienti dalla nostra Valle: 27 per la precisione, accompagnati dal catechista Alberto Gianoli e da quattro giovani volontari.
Quello dell’incontro con il Papa è stato certamente uno dei momenti salienti del pellegrinaggio, ormai divenuto una tradizione, che anche quest’anno è stato proposto ai giovani delle terze secondarie, al termine del loro percorso scolastico obbligatorio, con cui si conclude anche l’insegnamento religioso. Un’occasione per compiere l’antico rito della professione di fede sulla tomba dell’apostolo Pietro, il quale per primo affermò, secondo la narrazione evangelica, di riconoscere Gesù come il Cristo. Così, sulla tomba del Principe degli Apostoli, nella basilica a lui dedicata, i giovani pellegrini anche quest’anno hanno pronunciato le parole del Credo apostolico, guidati dal vescovo Vittorio Lanzani, delegato della Fabbrica di San Pietro, che per loro ha celebrato anche la Messa. Nella cappella del Coro, normalmente non accessibile ai turisti, il presule si è rivolto ai ragazzi invitandoli a riscoprire e a coltivare una relazione personale con Gesù, per essere capaci di esserne testimoni nella vita quotidiana.

Con il vescovo Vittorio Lanzani nella cappella del Coro della basilica di San Pietro

A partire da martedì 23 aprile, giorno della partenza di buon mattino, i quattro giorni di pellegrinaggio – fino a venerdì 26 – sono stati intensi. Quasi 15 i chilometri percorsi, in media, ogni giorno per visitare le basiliche papali e i principali luoghi che racchiudono preziose testimonianze della fede cristiana. Da menzionare le catacombe e la scala santa (percorribile sui gradini originali fino alla prossima Pentecoste). E poi c’è stato tempo per ammirare edifici e testimonianze dell’antica storia romana, come pure opere d’arte, palazzi istituzionali della politica italiana, oltre che tempo per lo shopping e per lo svago.

La stanchezza, nel viaggio di ritorno, non ha fatto mancare parole di gratitudine per l’esperienza vissuta. Non solo per gli organizzatori e i compagni di viaggio, ma anche per quanti, rimasti in Valle, hanno accompagnato il pellegrinaggio con la preghiera e per quanti, nelle settimane precedenti la partenza, hanno sostenuto anche economicamente i giovani. Un ringraziamento va, dunque, a quanti hanno scelto di partecipare al torneo di scala 40 nel pomeriggio di domenica 10 marzo e a quanti hanno affollato la sala del centro parrocchiale di Poschiavo per la tombola di domenica 31 marzo. Grazie anche, chiedendo venia per eventuali involontarie dimenticanze, agli sponsor che hanno donato premi e prodotti: Agriturismo Miravalle, Albergo Ristorante Croce Bianca, ApiMiel, Azienda Agricola Pedretti, Balzarolo SA, Banca Cantonale Grigione (Agenzie di Brusio e Poschiavo), Banca Raiffeisen Valposchiavo (Agenzie di Brusio e San Carlo), Bar Al Cafè, Bar Milano (anche per il materiale del torneo di scala 40!), Bar Piazzo, Bar Rampa, Bondolfi Vini, Bottega del Mondo, Casa Vinicola Misani, Casa Vinicola Triacca, Caseificio Valposchiavo, Cazzaniga Expert, Centro Naturale Jäger Albino, Coifferur My Day, Coiffeur 3, Coiffeur Luna Lui e Lei, Coiffure Guadagnini, Costa Elettronica, Denner Satellite, Dolceperla, Drogheria Farmacia Bernina, Dynamicstudio, Ecoservizi Valposchiavo, Falegnameria Rampa, Famiglia Palmo Zala, Ferrari Ennio e Piero, Garage Bernina, Garage Crameri, Garage Rossi, Giardineria Compagnoni, Hotel Albrici, Hotel Suisse, Iseppi Frutta, Jochum Vini, Jockey Textil Shop, Macelleria Lardi, Macelleria Scalino, Macelleria Zanetti, Molino e Pastificio, New Rada, Nicole Cavallari, Nr. 1 Style, ÖKK (Agenzia Valposchiavo), Orologeria Cortesi, Orologeria Marchesi, Osteria del Centro, Osteria Zalende, P. Pianta, impresa di costruzioni, Paganini Frutta, Panetteria & pasticceria Rossi, Panetteria Pasticceria Alpina, Panetteria Pasticceria Bordoni, Panetteria Pasticceria Millefoglie, Pensione ristorante Capelli da Daniela, Picar, Piccoli Frutti Valposchiavo, Plozza Wine Group, Punto Cucina, Raselli erboristeria biologica, Raselli Sport Hotel, Renato Bondolfi Frutta, Repower, Ristorante Centrale, Ristorante Chalet Stazione, Ristorante Du Village, Sala Sport, Saponeria di Wanda, Selena Raselli Photography, Sirpig, Stazione Eni di Bombardieri, Stazione Shell di Marantelli Enrico, Stone-art, Studio dentistico Dott. Tarcisio Romeri, SwissDomestica di Romano Dorsa, Tosio Arredamenti, UBS (Filiale di Poschiavo) e Viva La Pasta.

Selfie all'Altare della Patria
Selfie all’Altare della Patria