Delegazione del Bhutan attesa in Valposchiavo

0
352

Il consigliere federale Ignazio Cassis, capo del Dipartimento federale degli affari esteri, ha incontrato a Berna per un colloquio ufficiale il suo omologo del Bhutan Tandi Dorji. Una delegazione dello Stato himalayano, sul finire di maggio, è attesa anche in Valposchiavo.

I colloqui con il consigliere federale erano incentrati sull’approfondimento delle relazioni tra i due Paesi anche per il fatto che, dal punto di vista economico, il Bhutan non rientra più nella categoria dei «Paesi meno avanzati» (secondo la definizione dell’ONU). “Il consigliere federale – si legge in un comunicato del Consiglio federale – si è felicitato con il suo omologo per questi progressi e si è poi rivolto alla delegazione commerciale svizzera che, nel giugno del 2019, si recherà per la prima volta in Bhutan, affinché in futuro si possa sfruttare meglio il grande potenziale di crescita delle relazioni economiche, oggi ancora limitate a 1,1 milioni di franchi per lo scambio di merci”.

Congratulazioni sono arrivate anche per quanto riguarda i diritti umani; a questo proposito è stata assicurata una partecipazione attiva della Svizzera all’esame periodico universale (EPU) del Bhutan.

I due ministri degli esteri hanno anche parlato della prossima visita in Svizzera dei membri della commissione nazionale di pianificazione del territorio del Bhutan (National Land Planning Commission). “Tra il 27 e il 29 maggio – è stato annunciato – i delegati del Bhutan intendono avere uno scambio con esperti svizzeri della pianificazione del territorio”, soprattutto per quanto riguarda questioni legate alle regioni di montagna. Per questo motivo, oltre che a San Gallo e a Lucerna, la delegazione si recherà anche in Valposchiavo.


Marco Travaglia