Risultato d’esercizio 2018

0
221

Conti in positivo, ma tendenza al ribasso in settori chiave

L’evoluzione nel settore sanitario pone le strutture di periferia al cospetto di sfide sempre più difficili e complesse, che accrescono le difficoltà nella ricerca di un sano equilibrio tra costi e profitti.

All’interno di un quadro generale già di per se complicato, contraddistinto dal costante incremento di normative e prescrizioni che non facilitano le premesse riguardo una gestione fluida e regolare, anche i mutevoli sviluppi all’interno della nostra società pongono le strutture socio sanitarie di fronte a situazioni nuove che impongono a loro volta l’elaborazione di differenti modelli nella definizione dell’offerta. Ciò è per esempio il caso nel settore della lungodegenza, in calo rispetto agli ultimi anni e che abbisogna quindi di un ripensamento strategico per adeguarsi ai tempi e tornare ad essere attrattivo.

Malgrado condizioni quadro piuttosto ostili il Centro sanitario Valposchiavo è riuscito a chiudere in positivo l’esercizio 2018, conseguendo un utile di CHF 98’307.00. Un risultato però in netto calo rispetto la gestione precedente, che conferma l’evoluzione in atto in tutta la Svizzera in campo sanitario. Ottimo il trend fatto registrare dal settore Spitex e dalle cure ambulatoriali, ambedue in crescita costante.

In successione i dati statistici più rilevanti inerenti la gestione dei casi.

Nel reparto acuto dell’ospedale San Sisto si denota un leggero incremento dei pazienti (+1.8%), con diminuzione però sia delle giornate di degenza (-3%) che del Case-Mix Index (-4.8%). Questo indice consente di confrontare la diversa complessità della casistica trattata nel settore acuto. Calo del 10% delle nascite rispetto l’anno precedente.

Prosegue invece il trend al rialzo del settore ambulatoriale, con una crescita rispetto l’anno precedente del 4%. L’incremento dell’attività ambulatoriale a scapito del settore stazionario proseguirà anche in futuro. I continui progressi nella medicina e le esigenze dei pazienti rappresentano i principali promotori di questo sviluppo. Una sfida non indifferente anche per il nostro ospedale.

Le giornate di cura in lungodegenza (Casa Anziani e reparto di lungodegenza dell’Ospedale San Sisto) hanno registrato una flessione pari al 4.4% (da 32’124 giornate a 30’713). Per quanto riguarda la Spitex, il numero degli utenti seguiti e curati a domicilio si è stabilito a 193, con un ulteriore incremento anche delle ore fatturabili (+3.3%).

Il CSVP persegue l’obiettivo di un equilibrio finanziario stabile e duraturo, da raggiungere con un’oculata gestione delle proprie risorse. Un compito che impone molto rigore e spirito d’adattamento agli orientamenti in corso in campo sanitario e che può essere conseguito grazie all’ottima preparazione e versatilità dei suoi collaboratori, che permettono di guardare con ottimismo al futuro. Un futuro che non può prescindere anche dall’appoggio e dall’incondizionato sostegno da parte della popolazione.

Il Consiglio di Fondazione e la Direzione Generale colgono l’occasione per ringraziare indistintamente tutti i medici e i collaboratori per l’enorme lavoro svolto durante lo scorso anno e per il grande impegno nel conseguire gli obiettivi prefissati.


Centro sanitario Valposchiavo