Dalla Valposchiavo il progetto “Disabili, non deficienti”

0
1353
Paolo e Andrea con la Iena Cristiano Pasca

La società valposchiavina Helvetis (sede amministrativa a St. Moritz e sede operativa con laboratori software/hardware a Campocologno) ha inaugurato il progetto sociale “DND – Disabili, Non Deficienti”. Utilizzando tecnologie di ultima generazione, realizza l’inclusione lavorativa di persone affette da gravi patologie fisiche. Attraverso questo progetto pilota, Helvetis vuole dimostrare che nuove tecnologie e creatività rendono possibile l’inclusione di persone con disabilità fisiche che, fino ad oggi, sono escluse dal mondo del lavoro.

In questa prima iniziativa Gianluca Pellegrino, palermitano, affetto da tetraparesi spastica, svilupperà un’Intelligenza Artificiale per l’analisi automatica di grandi quantità di immagini. Il progetto prevede che durante i primi 6 mesi Gianluca verrà formato in materia di energia rinnovabile ed in particolare generatori eolici da IVPC (Italian Vento Power Corporation) uno dei maggiori riferimenti nel settore delle fonti rinnovabili in Italia.

In seguito, utilizzando un software creato su misura e comandato attraverso il solo movimento della lingua, aiuterà alla creazione di un’Intelligenza Artificiale. In pochi mesi questo sistema software apprenderà da Gianluca ad analizzare ed identificare le anomalie dei generatori eolici per poi iniziare a svolgere questo compito in autonomia, permettendo il risparmio di enormi quantità di tempo.

Il team Helvetis, guidato dal bormino Paolo Brianzoni (fondatore della società, evangelista tecnologico ed esperto di droni) e dal sondalino Andrea Terzaghi (giovane poliglotta con 8 lingue straniere all’attivo, specializzato in innovazione e diplomato all’ESADE di Barcellona), si è recato a Palermo all’inizio di maggio con Cristiano Pasca del programma televisivo “Le Iene”, per dare inizio ai lavori. Nell’occasione è stato girato un servizio del celebre TV show, che è andato in onda domenica 12 maggio 2019 sulla rete Mediaset Italia 1.

Clicca qui per guardare il servizio de “Le Iene”.

Perché i due valtellinesi hanno scelto la nostra valle per lanciare questa iniziativa? “Abbiamo deciso di fondare l’azienda in Valposchiavo – spiega Brianzoni – principalmente per la sua posizione geografica strategica e per la possibilità di nascere e crescere all’interno dell”ecosistema Svizzera” che, almeno a mio avviso, è tra i migliori a livello mondiale in quanto a supporto alle giovani aziende impegnate nel campo delle tecnologie innovative”.

Helvetis vorrebbe sfruttare l’occasione per lanciare un appello ad aziende innovative,
associazioni, ed entità interessate alla collaborazione su progetti di inserimento sociale perché si mettano in contatto per collaborare al loro sviluppo sfruttando esperienza, competenze e tecnologie esistenti. “Il nostro obiettivo – conclude Brianzoni – è quello di espandere il progetto coinvolgendo ulteriori entità e disabili e ci auguriamo assolutamente di poter coinvolgere sia la Svizzera che la Valposchiavo!”.


Marco Travaglia