Cafè in Plaza

0
1004

L’inizio dell’estate a Poschiavo è accompagnata dal ritorno del Marcù in Plaza. Un evento che negli anni si è affermato fino a diventare una tradizione, ma che da molti è considerato prettamente turistico. Per questa volta, IlBernina ha trovato un nuovo modo di vivere il Marcù: con l’aiuto di un caffè.

Attorno alle 9.30 mi sono seduta in un tavolino al bordo della piazza, ho ordinato un cappuccino e ho incominciato a guardarmi intorno. La piazza è ancora calma, nonostante le prime bancarelle già sono state montate. Lentamente, l’ambiente attorno a me si anima sempre più, gli artigiani e i commercianti iniziano ad esporre i propri prodotti, la gente si saluta e i primi turisti curiosi si soffermano a vedere cosa sta succedendo. Verso le 10:30 la struttura del Marcù è quasi completa, mancano solo gli ultimi ritardatari. Profumi e rumori si mischiano, e i primi clienti si avvicinano. Si sentono amichevoli saluti in dialetto, alcune frasi in tedesco e domande in italiano. Non sono ancora le undici, quando la piazza già brulica di gente. A questo punto pago, e mi incammino a scoprire le novità di quest’edizione. Mi ha fatto riflettere, questo caffè. Il Marcù non è solo mercato, è un posto dove turisti e popolazione si mischiano, un punto d’incontro per gli abitanti del borgo.

È stato un risveglio interessante, quello della piazza, un modo diverso di percepire la realtà del Marcù e di vedere le sinergie di tutti i volontari che ci lavorano.


Matilde Bontognali