“Giardini incantati” dalle sonorità delicate

0
581

Un centinaio di persone ha seguito il terzo appuntamento della rassegna Giardini incantati, ospite nel tardo pomeriggio di venerdì 19 luglio nello splendido giardino messo a disposizione da Achille e Maria Olgiati. Il concerto è stato preceduto da un’introduzione di carattere storico-architettonico da parte del direttore di Valposchiavo Turismo Kaspar Howald.

In seguito si è presentata al pubblico la formazione “Les Baronnes Underground”, un quartetto costituito da Cécile Unternährer (percussioni), Anne-Lise Teruel (flauto), Anna Tuena (percussioni) e Esther Sévérac (arpa). La band ha presentato un programma all’insegna di sonorità delicate nel quale brani di film si sono alternati a composizioni proprie fino ad arrivare a Edoardo Bennato, proponendo un’interpretazione molto riuscita della sua famosa “Isola che non c’è”.

Il prossimo appuntamento è fissato per venerdì 26 luglio nel giardino della biblio.ludoteca La Sorgente e vedrà l’esibizione della giovane interprete Greta Fisler.


Selena Raselli