Le Red Roses si prendono la Piazza

1
2082

Il gruppo musicale Red Roses, formatosi nel 2016 all’interno della scuola di musica di Brusio, si esiberà per la prima volta in un concerto tutto proprio, sabato 3 agosto alle ore 20.00, presso la Piazza Comunale di Poschiavo.

“Era da un po’ di tempo che stavamo progettando un concerto tutto nostro – ha dichiarato Vera Vecellio, musicista del gruppo – e quando finalmente siamo riuscite ad ottenere una data e a organizzare il tutto eravamo al settimo cielo. Naturalmente abbiamo fatto molto lavoro per poter organizzare un evento così in piazza, anche perché é la prima volta che suoniamo solo noi ad un evento e c’erano molte più cose da fare di quanto pensavamo”.

Le Red Roses sono composte da 7 ragazze tra i 14 e i 20 anni, provenienti dalla Valposchiavo e dalla Valtellina: Marina Costa (voce), Gianna Cagnoni (chitarre), Sara Zappa (pianoforte e tastiera), Marta Agutoli (pianoforte e tastiera), Camilla Baletti (violino), Francesca De Campo (batteria) e Vera Vecellio (basso elettrico).

“Del gruppo originale – confessa Vera – siamo in 5 su 8; purtroppo alcune ragazze sono uscite dal gruppo a causa di altri impegni incompatibili con le prove ed i concerti e quindi abbiamo dovuto sostituirle, ma ora il gruppo é rimasto uguale da ormai più di un anno e, anche se spesso è difficile trovarsi a causa della scuola o del lavoro fuori valle, riusciamo a provare comunque 2-3 volte al mese”.

Il repertorio delle Red Roses comprende arrangiamenti di brani della cultura latina e anglosassone, una proposta musicale di genere Classic/Pop scritta dal direttore artistico Giovanni Campia.
Recentemente hanno partecipato ad alcuni concerti in valle, come la Rintanada nel 2017, l’Openair Cavaglia nel 2018, oltre ad altri piccoli eventi; fuori valle si sono esibite al giubileo della scuola di musica dell’Engadina Alta e al Rondo di Pontresina. Dopo quasi 3 anni insieme sono riuscite, come detto, grazie specialmente agli sponsor e ai sostenitori, ad organizzare finalmente un concerto in Piazza Comunale.

“Al momento – conclude Vera Vecellio – pensiamo principalmente a questo concerto e a farlo funzionare al meglio. Non abbiamo ancora eventi sicuri in programma per il futuro, ma speriamo di poter continuare a suonare insieme e a fare ciò che più ci piace”.


Marco Travaglia

1 COMMENTO