I giovani proteggono e curano i boschi alpini grigionesi

0
114
Foto

Lavori estivi di pubblica utilità grazie al Bergwaldprojekt BCG

Per quattro settimane, 60 giovani di Coira, Ilanz, Klosters e Bergün si sono spesi per i boschi alpini grigionesi. I lavori estivi sono promossi dalla Banca Cantonale Grigione (BCG) e dalla Fondazione Bergwaldprojekt (progetto boschi alpini). Per 14 giovani, l’ultima delle quattro settimane di progetto del Bergwaldprojekt BCG di quest’anno termina questa sera a Bergün. Sotto una guida esperta, i giovani volontari hanno dato un prezioso contributo per la manutenzione delle foreste di montagna locali. Alla giornata dei media di questo venerdì, Alexander Villiger, responsabile del personale della BCG, Martin Kreiliger, direttore del Bergwaldprojekt, e Luzi C. Schutz, sindaco di Bergün Filisur hanno informato sui benefici che queste settimane di progetto hanno apportato alla Banca e ai comuni partecipanti.

Guanti da lavoro anziché costume da spiaggia

Per la settima volta, la Banca Cantonale Grigione propone opportunità di lavoro estivo nei boschi alpini. Circa 120 giovani si erano candidati per un lavoro estivo a Coira, Ilanz, Klosters e Bergün. «Al giorno d’oggi è raro trovare ancora lavori estivi di pubblica utilità. Con il Bergwaldprojekt BCG offriamo ai giovani una fantastica esperienza e una possibilità di guadagno durante le ferie estive. Allo stesso tempo, testimoniamo il nostro impegno per la natura e l’ambiente», afferma Alexander Villiger.

Il fascino dei boschi alpini

Un bosco alpino intatto protegge contro i pericoli naturali e rappresenta un habitat per tante specie di animali e di piante. «Con il loro intervento, i giovani possono conoscere da vicino l’affascinante ecosistema dei boschi alpini», commenta Martin Kreiliger. I giovani e le giovani grigionesi di età compresa tra i 15 e i 19 anni hanno creato sentieri e recinzioni contro gli animali selvatici e si sono adoperati per la cura del bosco e la lotta contro i neofiti invasivi.


Banca Cantonale Grigione