Tempesta Vaia e turismo: intervista a Diego Battilana

0
1301

Rispetto al rapporto di metà giugno presentato in Giunta dal responsabile del gruppo forestale del comune di Poschiavo, Diego Battilana, la stima riguardante i danni causati dalla tempesta “Vaia” ha subito ancora un rialzo: dai 23’000 previsti siamo ora arrivati a 30’000 metri cubi di legname abbattuto (15’000 in più rispetto alle prime stime di maggio). L’incremento è dovuto anche ai malanni causati da alcuni forti venti da nord e da una nevicata ad inizio aprile.

Per poter usufruire dei contributi cantonali, onde evitare la proliferazione del bostrico (un parassita molto pericoloso che colpisce principalmente gli abeti rossi), le forze in campo devono estrarre il legname dal bosco entro fine agosto. In questo senso, l’utilizzo degli elicotteri in orari sensibili ha creato qualche malumore tra i turisti. Come spiegato dal responsabile del gruppo forestale, buona parte degli spostamenti sono stati fatti con la teleferica mobile; purtroppo, ha argomentato Diego Battilana, quello che non è stato possibile trasportare con questo mezzo ha richiesto l’utilizzo di un aeromobile.

Per quanto riguarda gli orari sensibili (la mattina presto e verso mezzogiorno) esiste un motivo tecnico: nelle prime ore del giorno, infatti, a causa della mancanza delle correnti, l’elicottero lavora meglio; per mezzogiorno sussistono le stesse motivazioni. Vista l’eccezionalità della situazione si rende quindi necessario un surplus di pazienza da parte di cittadini e turisti.


Video di Bruno Raselli – Testo e montaggio di Marco Travaglia