L’HCP del presidente Vassella è tornata ad allenarsi

0
829

Dopo l’assemblea annuale dello scorso 29 maggio, dopo i campi di allenamento estivi con l’allenatore Fabio Zampol e in attesa dei campi di allenamento prestagionali a inzio ottobre, Il Bernina, intervistando Francesco Vassella, presidente dell’Hockey Club Poschiavo, traccia un bilancio della stagione appena trascorsa e di quella che sta per arrivare. 

Francesco, in qualità di presidente, come valuti la stagione appena trascorsa 2018-2019?
La stagione 2018-2019 è stata certamente positiva, ma pure molto impegnativa. Siamo riusciti ad offrire tante ore di ghiaccio ai nostri giocatori e in generale alla popolazione della Valposchiavo. Questo è sicuramente il primo obiettivo dell’HC Poschiavo e possiamo affermare di averlo raggiunto. La stagione, però, dal punto di vista organizzativo, è risultata molto impegnativa. I tornei e le partite delle nostre squadre sono stati veramente numerosi, partendo dai piccoli fino alla prima squadra. Per fortuna ci sono molte persone vicine alla società pronte a darci una mano e a rendere possibile tutto questo. Penso in particolare ai tanti allenatori, allo staff della pista di ghiaccio, così come ai giocatori della prima squadra compresi i colleghi di comitato, molto impegnati e pronti ad assumersi delle responsabilità durante il loro tempo libero. Non possiamo però dimenticare il contributo di molti genitori e sostenitori pronti ad aiutare quando c’è bisogno.

Obiettivi e novità per la prossima stagione?
Dal punto di vista organizzativo, per la prossima stagione vogliamo migliorare la comunicazione all’interno del club. Ci siamo accorti che negli scorsi anni ci sono state delle lacune in questo senso e stiamo lavorando in questa direzione. È molto importante che le persone coinvolte siano informate sulle novità e sui programmi che riguardano le squadre e la società in generale. Solo in questo modo rimarranno vicine all’HC Poschiavo e ci aiuteranno con piacere e passione.
Dal punto di vista sportivo invece, miriamo a ripetere, e se possibile migliorare, le prestazioni e i risultati raggiunti nella stagione 2018-2019.

Francesco Vassella e Fabio Zampol

Ci saranno cambi sulle panchine?
Dati i buoni risultati raggiunti e soprattutto il bel gioco espresso dalla varie compagini nella passata stagione, abbiamo deciso di riconfermare la batteria degli allenatori al completo, quindi non ci saranno grossi cambiamenti sulla panchine.

In quanti hanno partecipato ai campi estivi? Ci sono già le date ufficiali per i ritiri precampionato?
Un bel gruppo di giovani giocatori ha partecipato al campo d’allenamento estivo organizzato dal nostro allenatore Fabio Zampol, mentre altri hanno preferito orientarsi verso nord partecipando a campi estivi organizzati in Svizzera.
Non sono lontani i campi d’allenamento d’inizio stagione previsti a metà ottobre. La prima squadra si recherà a Pergine dal 9 al 13 ottobre, mentre con i ragazzi della Hockey Academy Repower vogliamo ripetere il Mini Camp a Le Prese durante la seconda settimana di vacanze scolastiche. Questo tipo di campo è stato proposto per la prima volta la passata stagione e ha riscosso grande interesse da parte dei giovani giocatori.

Avete trovato il portiere titolare per la prima parte di stagione?
Questo è un tema molto importante per la prossima stagione e fondamentale per la prima squadra. Il nostro direttore sportivo, Manuele Vecellio, ha sondato varie piste, trovando un’interessante soluzione interna per la prima metà del campionato. Dopodiché rientrerà il nostro portiere titolare Matteo Zala. Non voglio svelare troppo, ma lo spettacolo per le partite della prima squadra anche per la stagione alle porte è assicurato.


A cura di Ivan Falcinella