Lettera di sostegno

0
443

Il 20 di ottobre ci aspetta un importante appuntamento elettorale, ogni 4 anni infatti si rinnovano nella maggioranza dei cantoni i membri del Parlamento Federale.

Anche il cantone dei Grigioni non fa eccezione e i partiti hanno presentato i loro candidati e le strategie da adottare.

Il partito liberale democratico (PLD), il partito democratico cristiano (PPD) e il partito borghese democratico (PBD) hanno deciso di presentare liste congiunte per l’elezione al Nazionale, come già nel 2015 si tratta di una alleanza del “Centro disposto al compromesso”.

Il PLD che 4 anni orsono aveva per poco mancato il seggio, si presenta all’appuntamento con nuovo vigore con la speranza di centrare l’obiettivo.

Per quanto concerne la camera alta, la situazione è momentaneamente ancora fluida, di sicuro saranno nuovamente presenti i due senatori uscenti Martin Schmid e Stefan Engler al loro terzo mandato.

Rappresentanti prima del territorio e poi dei partiti, i due gemelli della politica grigionese hanno sempre saputo ritagliarsi uno spazio importante nella politica del cantone, pertanto una loro rielezione dovrebbe risultare la soluzione più logica.

Il nostro elettorato non può lasciarci sfuggire l’occasione di confermare a Berna due personalità di spicco, due politici di razza.

L’idea di un vicendevole sostegno dei due candidati agli Stati nasce in anzitutto dalla loro capacità di lavorare assieme, dalla lunga militanza politica in oltre 25 anni di impegno a livello comunale, regionale, cantonale e federale e non da ultimo da loro attitudine al compromesso — caratteristica determinante ma non scontata a certi livelli — senza d’altronde gettare al vento la loro identità e i valori a cui sono legati.

Ho avuto la possibilità di poterli seguire direttamente durante la loro attività al parlamento cantonale ma anche in seguito, sempre si sono dimostrate persone competenti e cordiali con grande capacità d’ascolto in ogni occasione.

Il 20 ottobre sosteniamo assieme Martin Schmid e Stefan Engler al consiglio degli stati, per un cantone ambizioso e una Svizzera chiara e forte.


Guido Censi