Approvato il trasferimento delle concessioni da Repower a Repartner in Prettigovia

1
384
Centrale idroelettrica di Küblis - Fonte: https://www.praettigau.info, © Küblis

Giovedì scorso, 24 ottobre, la Cancelleria di Stato del Cantone dei Grigioni ha divulgato il seguente comunicato:

 “Il Governo ha approvato il trasferimento delle concessioni del lago di Davos, di Schlappin e della Landquart per le centrali idroelettriche della Prettigovia dalla Repower AG (Repower) alla Repartner Produktions AG (Repartner). In Prettigovia Repower gestisce le centrali idroelettriche di Klosters, Schlappin e Küblis. Le tre centrali presentano una produzione di energia media annua pari a 232 gigawattora. Repartner è una società di partecipazione con l’obiettivo di contribuire alla sicurezza a lungo termine e in maniera orientata al futuro dell’approvvigionamento della Svizzera. Repower detiene la maggioranza delle azioni e contribuisce a questo partenariato con le sue competenze professionali in materia di produzione e commercio“.

Anche se il trasferimento delle concessioni riguarda gli impianti di Repower a Davos e in Prettigovia, senza alcuna spiegazione sul contesto in cui esso avviene e per l’importanza che il maggiore datore di lavoro della Valposchiavo riveste, il sopra citato comunicato rischia di suscitare qualche interrogativo fra la popolazione della nostra regione. Per questo motivo abbiamo chiesto maggiori informazioni sul significato di quest’operazione a Thomas Grond, responsabile media di Repower.

Stando a quanto riferitoci, l’approvazione da parte del governo cantonale sul trasferimento delle concessioni da Repower a Repartner non è che l’atto finale di un lungo processo iniziato ufficialmente nel 2016, quando la ditta con sede a Poschiavo ha sopperito a difficoltà finanziarie dovute alla sfavorevole situazione creatasi sul mercato energetico, cercando partner attivi nel settore di rifornitura di energia elettrica interessati al parco di produzione idroelettrico in Prettigovia.

L’iter giuridico che ha portato al trasferimento delle concessioni è iniziato con consultazioni a livello dei comuni coinvolti, che hanno dovuto rivedere i loro contratti di concessione. Sostanzialmente ciò ha comportato il cambiamento del nome dell’azienda concessionaria da Repower in Repartner. Thomas Grond tiene tuttavia a sottolineare che la società di partecipazione Repartner Produktions AG (link) è una società controllata di Repower, operativa già dal 1° gennaio 2012, che offre a imprese fornitrici di energia elettrica la possibilità di partecipare a un portafoglio di produzione diversificato. In cambio della propria quota di investimento negli impianti produttivi, gli azionisti di questa società ottengono diritti di prelievo di cui possono disporre liberamente.

Clicca qui per accedere alla lista che indica potenza e quota di Repower negli impianti in cui detiene diritti di prelievo.

Il responsabile media di Repower rassicura inoltre che per quanto riguarda le concessioni e gli impianti esistenti in Valposchiavo non è previsto alcun trasferimento nel medio e lungo termine e ricorda che le concessioni con i due comuni di valle sono state adeguate soltanto lo scorso mese di maggio in vista del rinnovo, nei prossimi cinque anni, degli impianti esistenti. Un adeguamento che fa seguito a un posticipo nella realizzazione del progetto «Lago Bianco».


Achille Pola

1 COMMENTO