Ricerche culturali: contrabbando tra Engadina/Bregaglia e l’Italia

0
310

La serie di eventi “Kultur forscht (Ricerche culturali)”, una collaborazione tra l’Istituto per la ricerca sulla cultura  Grigione e Laudinella Kultur, offre ai ricercatori dell’istituto nominato una piattaforma per presentare i loro progetti ad un vasto pubblico e discuterli con loro.

Mirella Carbone e Joachim Jung, ricercatori dell’istituto, stanno affrontando attualmente una ricerca transfrontaliera: il contrabbando tra l’Alta Engadina e la Val Bregaglia da un lato, la Val Masino, la Valmalenco e la Valchiavenna dall’altro. La loro attenzione non si concentra solo sul “classico” contrabbando di caffè e sigarette, che fiorì soprattutto negli anni Cinquanta e Settanta, ma anche sul periodo del fascismo italiano e della seconda guerra mondiale, quando le persone – perseguitate per ragioni politiche o ideologiche – cercarono di attraversare il confine Svizzero insieme a merci di ogni tipo.

Carbone e Jung presenteranno i primi risultati delle loro ricerche il 20 novembre, alle ore 20.45 presso l’Hotel Laudinella di St. Moritz, e ne discuteranno con il pubblico. Martin Sprecher, responsabile del posto di guardia di frontiera grigionese, che sostiene attivamente i due ricercatori con le sue conoscenze e il materiale raccolto, terrà una breve conferenza sul contrabbando nella valle del Fex negli anni Trenta e Quaranta.

L’ingresso è gratuito.