Tivas: una Commissione regionale per il traffico

0
179

In questi ultimi tempi Tivas ha operato in sordina, tra l’altro anche imboccando una strada ufficiale di cui possiamo oggi riferire alla popolazione valposchiavina. Prima di farlo, ci corre tuttavia l’obbligo di richiamare l’attenzione su due eventi prossimi venturi cui attribuiamo una certa pericolosità.

Come già segnalato nella nostra ultima lettera aperta alla Regione Bernina pubblicata sui media locali l’8 agosto 2019, tra il 2020 e il 2021, inizieranno i lavori di ristrutturazione della galleria Munt La Schera. Il tunnel resterà chiuso durante la notte, dalle ore 20.00 alle ore 06.00, di giorno il transito sarà problematico. L’operazione impatta su un’utenza di 300’000 veicoli l’anno e potrebbe quindi avere ripercussioni gravose sulla Valposchiavo e sull’Alta Engadina. Questa situazione, qualora non ben gestita, porrà una seria ipoteca sul futuro turistico e ambientale della nostra Valle, soprattutto nel caso di agevolazioni temporanee della mobilità che sono a rischio di trasformarsi nella regola.

Considerazioni analoghe sono state da noi già pubblicate a proposito delle Olimpiadi 2026, le olimpiadi erano state respinte a grande maggioranza dalla popolazione grigionese per ragioni ambientali. Al momento si discute meno di questo tema, tuttavia esso resta del tutto attuale. Anche in questo caso, infatti, una concessione fatta in merito all’uso della Forcola potrebbe interpretarsi successivamente come una possibilità acquisita.
Siamo dunque al cospetto di tematiche delicate che richiedono da parte delle Autorità una sensibilità particolare. A questo riguardo teniamo a ricordare le parole del presidente del Governo retico Jon Domenic Parolini; in occasione di un’intervista a Grigioni Sera (23 settembre 2019), il Direttore del Dipartimento dell’educazione, cultura e protezione dell’ambiente dichiarava che Coira non farà nulla in contrasto con gli interessi della Valposchiavo, ribadendo il no all’apertura invernale della strada per Livigno.

E ora la notizia ufficiale cui si accennava all’inizio: è stata costituita su nostra proposta, in seno alla Regione Bernina, una Commissione traffico. Il fatto che la Regione Bernina abbia dato seguito alla proposta avanzata da Tivas e costituito una Commissione traffico è un segnale positivo. Noi di Tivas ne siamo una componente insieme ad altri gruppi d’interesse della Valposchiavo. Quello che desidereremmo portare all’attenzione della Regione è in particolare la questione della sostenibilità del traffico. La protezione dei territori alpini in modo sempre più impellente e marcato si profila a livello politico nazionale e internazionale. Noi di Tivas crediamo che la Valposchiavo, stretta e fragile, non possa in alcun caso permettersi di affrontare la tematica della sostenibilità con ritardo.
Confidiamo che la Commissione, terrà conto anche di questo, affrontando con responsabilità i complessi anni a venire.


TIVAS (Traffico Intelligente in Valle per un Ambiente Sostenibile)