Il Gran Consiglio approva maggiori coperture assicurative per Brienz e Bondo

0
39
Bondo, frana del Pizzo Cengalo - Fonte: www.centrogiacometti.ch

I proprietari di case di vacanza a Bondo (GR) e nel villaggio di Brienz (GR) possono tirare un sospiro di sollievo. Il Parlamento retico ha infatti esteso la copertura assicurativa per danni agli edifici includendovi i casi di scivolamenti permanenti del terreno.

In precedenza tali perdite non venivano risarcite dall’Assicurazione fabbricati dei Grigioni, perché non potevano essere riassicurate. Dall’inizio di aprile di quest’anno, tuttavia, è possibile riassicurarle, secondo una decisione presa in tal senso dell’Unione intercantonale di riassicurazione.

Oggi il parlamento grigionese ha quindi approvato la relativa revisione della legge cantonale sull’assicurazione stabili, senza voti contrari.

Il danno totale è assicurato se il sottosuolo scivola per più di dieci centimetri all’anno. Per il paese di Brienz nella valle dell’Albula si registrano movimenti di circa un metro all’anno.

Anche i proprietari di case vacanza possono beneficiare della revisione. Tuttavia, non sono assicurati i terreni agricoli ma solo gli edifici, ha sottolineato il consigliere di Stato Peter Peyer.

Solidarietà con Bondo
Nella legge è stata inoltre inserita una disposizione transitoria. L’obiettivo è quello di rendere possibile la copertura retroattiva di sinistri. Ciò riguarda otto casi pendenti di case secondarie a Bondo in Val Bregaglia, dove nell’agosto 2017 tre milioni di metri
cubi di roccia si erano staccati dal Pizzo Cengalo ed erano rovinati nella sottostante Val Bondasca.


Ats