Il Governo retico adotta nuovo programma quadriennale

0
59
La Casa Grigia a Coira, sede del Governo cantonale - Fonte: wikipedia.org

Il Governo grigionese ha adottato il proprio programma e il piano finanziario per gli anni 2021-24. In evidenza temi quali l’innovazione, la digitalizzazione e il cambiamento climatico. In totale sono previsti 12 obiettivi, 29 punti centrali di sviluppo concreti e 98 relative misure.

Con questo programma, scrive l’esecutivo oggi in una nota, si vuole posizionare meglio i Grigioni quale Cantone di montagna innovativo e orientato al futuro digitale. Inoltre, si mira a uno sviluppo sostenibile grazie a un cosiddetto Green Deal e, terzo, a promuovere la molteplicità.

Per quanto concerne il primo punto, il Governo desidera rendere più conosciuti i Grigioni quale “metropoli alpina”, si legge nel comunicato, nonché “luogo di creatività e riflessione”. Si intende poi sostenere la trasformazione digitale dell’economia e della formazione.

In merito al cambiamento climatico, l’esecutivo ricorda che il Cantone è fra quelli più colpiti dal fenomeno. Le fonti di energia rinnovabile, in particolare la forza idrica, offrono un’importante potenziale, ragione per cui i Grigioni sono destinati a svolgere un ruolo di precursore nella protezione dell’ambiente. Il Governo retico vuole contrastare precocemente rischi e pericoli legati a tali mutamenti, sottolineando che paesaggi e biodiversità rientrano tra le risorse più preziose.

Infine, l’esecutivo punta a conservare a lungo termine la propria molteplicità linguistica, culturale, naturale e territoriale. Il Cantone ambisce ad accrescere il suo grado di notorietà, sfruttando meglio i punti forti quali “imposte moderate, servizi eccellenti e un’ampia offerta per il tempo libero”. Per favorire l’insediamento decentralizzato, viene precisato nel comunicato, vanno portati
avanti un’assistenza sanitaria e una mobilità adeguate alle esigenze.

Riguardo alle casse grigionesi, le finanze cantonali sono definite solide, grazie alle eccedenze realizzate negli ultimi 15 anni. A partire dal 2021 però, il margine di manovra sarà in ampia misura esaurito: le uscite continuano infatti ad aumentare, mentre le entrate fiscali e della perequazione ristagnano.

L’obiettivo di mantenere in equilibrio il bilancio cantonale non è pertanto garantito. Si prevede dunque di avviare un riesame completo dei compiti e delle prestazioni e di operare dei correttivi.


Ats