Marino Zanetti, lo sportivo dell’anno

0
1041
Immagine da sportograf.com

Anche quest’anno Il Bernina ha selezionato gli eventi e intervistato alcuni personaggi valposchiavini che si sono distinti nel corso del 2019. Tra gli atleti valposchiavini più forti Il Bernina premia Marino Zanetti come sportivo dell’anno. Lo sci alpinista e ciclista MTB, classe ’94, ha così risposto alle nostre domande. 


Marino puoi farci un bilancio del tuo 2019?
Allora, sono partito con un quarto posto nella Gara della Befana in Valmalenco a inizio stagione invernale 2018/2019. A seguire ho disputato la rassegna sci alpinistica 3 Summits Skimo Vertical, ottenendo il secondo piazzamento in gara alla Diavolezza e il primo sia al Corvatsch che a Lagalb, vincendo così la classifica generale delle tre competizioni. Nello stesso periodo sono arrivato sul secondo gradino del podio anche alla Stralunata di Aprica.

Durante l’estate mi sono piazzato al primo posto sia nella Grosio-Eita che nella ”Nationalpark Bike-Marathon Livigno-Scuol”, due competizioni di mountainbike.

Quale momento sportivo hai vissuto come più bello della tua annata?
La vittoria alla ”Nationalpark Bike-Marathon”: è stata sicuramente la gara più sofferta, perché si disputa su un percorso molto duro e impegnativo. Tuttavia sono subito partito davanti e ho mantenuto la testa della gara fino a quando sono arrivato primo al traguardo. Praticamente ho svolto una gara in solitaria.

E quale il peggiore, se ne hai avuti?
Non ho avuto particolari momenti di sofferenza durante questo anno di competizioni. Certo i continui allenamenti mi sono costati tanta fatica. 

Quali sono i tuoi propositi e previsioni per il 2020?
Per la prossima stagione faccio conto di gareggiare di nuovo in tutte le competizioni a cui ho preso parte quest’anno. Naturalmente l’obiettivo è quello di migliorarmi ancora, dove possibile, continuando a divertirmi. 


A cura di Ivan Falcinella