Centro di conservazione dei beni culturali, inaugurazione forse a maggio

2
1266

Il presidente del Museo Poschiavino Paolo Raselli racconta ai lettori de Il Bernina il nuovo Centro di conservazione dei beni culturali, costruito nelle adiacenze del Mulino Aino.

Attualmente, gran parte degli oggetti conservati dal Museo è esposta fra Casa Tomé e il Palazzo De Bassus-Mengotti, ma ci sono migliaia di oggetti che non hanno posto nelle due sedi museali. Il Centro permetterà di riunirli in un solo luogo, tenerli in ordine e protetti dalle intemperie.

La struttura è quasi finita, ma ora, al gruppo di lavoro toccherà organizzare il trasporto, creare un inventario e occuparsi della decontaminazione degli oggetti. L’inaugurazione potrebbe avvenire a metà maggio, in concomitanza con la festa dei mulini.


Marco Travaglia

2 COMMENTI

  1. Complimenti ad Urbano Beti per aver ideato questa struttura esteticamente così gradevole! Non l’ho ancora vista dal vivo, ma in fotografia sembra un gioiellino. Bene anche che si abbia scelto di lavorare con il legno, di cui siamo tanto ricchi.