Pianificazione del territorio, nominata la Commissione

0
802
Prima seduta dell'anno per Ivan Pola e Fulvio Betti

La prima seduta di Giunta del 2020 ricomincia da dove aveva terminato. Lunedì 3 febbraio, infatti, in seguito all’annuncio avvenuto il 16 dicembre scorso presso le scuole a S. Maria, il Legislativo ha nominato una Commissione che ha come finalità quella di seguire tutta la fase della pianificazione del territorio fin dall’inizio, e non a giochi fatti.

Per spiegare nei dettagli le funzioni del nuovo gruppo di lavoro, il podestà Giovanni Jochum ha tenuto a chiarire alcuni aspetti chiave. Siccome, è stato spiegato, si sarebbero potute incontrare delle difficoltà (per esempio nell’individuare le responsabilità e nel trovare i tecnici/specialisti necessari), il Consiglio comunale ha proposto la nomina di una Commissione nella quale hanno potuto essere rappresentate tutte e quattro le forze politiche (come è avvenuto, per esempio, per le trattative con Repower concernenti l’adeguamento delle concessioni oppure l’aggiornamento del regolamento dell’Impresa Elettrica Comunale). I membri di Giunta hanno potuto così nominare i propri rappresentanti: Fulvio Betti (UDC), Graziano Crameri (PDC), Ivan Pola (Poschiavo Viva) e Fabio Zanetti (PLD).

Il Consiglio comunale, a sua volta, nominerà a breve un gruppo di lavoro composto dal capo dipartimento che segue la pianificazione (il podestà Giovanni Jochum), da rappresentanti dell’amministrazione comunale e da uno o più tecnici/specialisti. Esso avrà il compito di dare gli incarichi al pianificatore e, a seconda delle necessità, ad altri specialisti; si avvarrà inoltre di esperti per valutare il lavoro del pianificatore e di redazione della bozza di legge edilizia. Il gruppo di lavoro dovrà, infine, tenere informata e coinvolgere (è prevista una riunione ogni 3-4 mesi) la Commissione di Giunta. La Commissione di Giunta, dal canto suo, valuterà il lavoro regolarmente, passo dopo passo e, nel suo insieme, avrà il compito di dare spunti e proporre modifiche. Per questo lavoro essa avrà facoltà di coinvolgere esperti da lei nominati.

“Sia i membri del gruppo di lavoro che i membri della Commissione di Giunta – ha concluso il podestà – dovranno impegnarsi a fare gli interessi della collettività e non difendere interessi particolari di singoli. Vige il segreto d’ufficio. Il gruppo di lavoro è responsabile per la comunicazione esterna eccezion fatta per la comunicazione destinata alla popolazione in occasione della votazione e si coordina con la Commissione di Giunta”.


Marco Travaglia