Tour de Colombia – Matteo Badilatti chiude all’attacco e conquista il 13° posto

2
1771
Immagina dalla pagina FB: Israel Start-Up Nation / Israel Cycling Academy

Dopo quasi 4 mesi di stop dalle gare ufficiali, torna in sella, insieme alla sua Israel Cycling Accademy, il poschiavino Matteo Badilatti. Ormai abituè della competizione sudamericana, giunta alla sua terza edizione, il ciclista di casa, dall’11 al 16 febbraio, sarà impegnato nella Vuelta a Colombia (Tour of Colombia). Il Bernina, come di consueto, seguirà la sua prestazione aggiornando di giorno in giorno i suoi risultati.

Dall’11 al 16 febbraio saranno sei le tappe in programma, senza giorni di riposo previsti. Il percorso della Vuelta a Colombia si snoderà attraverso i dipartimenti di Boyacá e Cundinamarca per arrivare a toccare anche Bogotá, dove è in programma un festeggiamento speciale per i 200 anni della capitale. Tutte le tappe si svolgeranno a oltre 2’500 metri di altezza, con un finale in altissima quota nella scalata all’Alto Verjon (3266 metri).

Immagine dalla pagina FB: Israel Start-Up Nation / Israel Cycling Academy

Nel nutrito gruppo di corridori in gara non mancheranno i nomi di spicco, due su tutti: Egan Bernal, vincitore dell’ultimo Tour de France, e Richard Carapaz, vincitore del Giro d’Italia.

Matteo farà parte del team Israel Start-Up Nation: Patrick Schelling, Daniel Turek, Matteo Badilatti, Travis McCabe, Edwin Alcibiades Avila Vanegas e Itamar Einhorn.

Immagine dalla pagina FB: Israel Start-Up Nation / Israel Cycling Academy

Le dichiarazioni di Matteo Badilatti sull’ultima tappa del Tour de Colombia
(dallla pagina Facebook della Israel Start-Up Nation / Israel Cycling Academy)

Mi sono sentito bene, così ho deciso di attaccare“, ha detto Badilatti in merito al suo strappo a sette chilometri dalla fine.

È stato fantastico pedalare con tutte quelle persone che urlano lungo il percorso. Ho solo dovuto dare qualcosa alla folla (ma ho anche attaccato per un buon risultato)“.

Immagine dalla pagina FB di Israel Start-Up Nation / Israel Cycling Academy

Di seguito il calendario completo della corsa, che è stato aggiornato di giorno in giorno con i risultati di Matteo Badilatti. 

  • Martedì 11 febbraio – Prima tappa: Cre – Tunja (16.7 Km) cronosquadre di 16 chilometri che servirà a fare da passerella iniziale

34esimo posto per Matteo nella cronosquadre con il tempo di 19:22 

  • Mercoledì 12 febbraio – Ore 18.00-22:30 – Seconda tappa: Paipa – Duitama (152.4 Km) 152 chilometri completamente pianeggianti con arrivo in volata

109esimo posto per Matteo, arrivo col gruppo dei primi con il tempo  di 3h 12′ 09”
Terzo gradino del podio per il compagno di squadra Itamar Einhorn

  • Giovedì 13 febbraio – Ore 17.30-22:30 – Terza tappa: Paipa – Sogamoso (177.7 Km) la più lunga dell’intera kermesse, il percorso comincerà a indurirsi con la doppia scalata dell’Alto Moral, scollinamento a 80 km dal traguardo e arrivo in volata

65esimo posto per Matteo, arrivo col gruppo dei primi con il tempo  di 3h 57′ 00”

Il poschiavino si trova al 32° posto con un distacco dal primo di 1′ 21”

  • Venerdì 14 febbraio – Ore 17.30-22:30 – Quarta tappa: Paipa – Santa Rosa de Viterbo (168.6 Km) prima tappa con arrivo in salita. Dopo una nuova doppia scalata dell’Alto Moral nelle fasi iniziali i corridori si dirigeranno verso l’Alto Materials in cima al quale sarà posto il traguardo

19esimo posto per Matteo, arrivo col primo gruppo di inseguitori a 21” dal vincitore della tappa e primo in classifca generale, Sergio Higuita (COL)

Il poschiavino si trova al 18° posto con un distacco dal primo di 1′ 52”

  • Sabato 15 febbraio – Ore 17.30-22:30 – Quinta tappa: Paipa – Zipaquirà (174.9 Km) frazione molto mossa, soprattutto nella prima parte con un terreno favorevole a qualche sorpresa con due gran premi della montagna di quarta e uno di terza categoria che movimenteranno le fasi centrali della tappa

Matteo arriva con il gruppo degli inseguitori a soli 19” dal primo folto gruppo di corridori

Il poschiavino scende al 22° posto della generale con un distacco di 2′ 11”

  • Domenica 16 febbraio – Ore 17.30-22:30 – Sesta tappa: Zipaquirà – El Once Verjòn (182.6 Km) si comincerà con la doppia scalata dell’Alto Sisga nei primi 90 chilometri, successivamente un percorso molto mosso porterà i corridori ai piedi dell’Alto Patios, più di 3000 metri. Dopo la discesa i concorrenti si troveranno ai piedi dell’El Once Alto Verjon una lunga salita con pendenze importanti che sulla carta deciderà il vincitore

Grande prestazione di Badilatti che si aggiudica il 12esimo posto con il tempo di 4h 25′ 46”. 

Matteo si classifica al 13° posto al Tour de Colombia con un tempo totale di 19h 59′ 44” 


Il Bernina

2 COMMENTI