Coronavirus: sospesi riti e celebrazioni con il popolo

0
620

Poschiavo, 16 marzo 2020

Cari fratelli e sorelle,
dopo soli due giorni dalla lettera in cui fornivamo indicazioni per il cammino delle prossime settimane nella nostra Comunità parrocchiale, il Cantone dei Grigioni ha attuato nuovi provvedimenti per la lotta al coronavirus e a tutti chiede impegno e sacrificio per il bene della salute pubblica.

In ottemperanza alle nuove norme:

  • È vietata la partecipazione ai riti e alle celebrazioni liturgiche. La chiesa rimane aperta per la preghiera personale alla presenza del Santissimo Sacramento.
  • Le intenzioni in suffragio dei defunti saranno applicate dal Prevosto durante la celebrazione della S. Messa senza popolo.
  • Tutti sono invitati a leggere e meditare la Sacra Scrittura, soprattutto le letture della Messa del giorno. Oltre che nei messalini che molti posseggono, si possono trovare su internet (www.chiesacattolica.it/liturgia-del-giorno). Un altro valido spunto di meditazione sarà la preghiera quotidiana che, da inizio anno, viene proposta sul sito web della nostra Diocesi (www.bistum-chur.ch).
  • I riti funebri e le sepolture avvengono alla presenza della più stretta cerchia familiare.
  • Raccomandiamo la preghiera personale del Rosario, alla quale ci invita anche il vescovo Peter Bürcher, amministratore apostolico della Diocesi di Coira, che da oggi, lunedì 16 marzo, propone anche di unirsi ad una novena di preghiera in comunione spirituale.

I testi suggeriti sono i seguenti.

Dio onnipotente e misericordioso, guarda la nostra dolorosa condizione: conforta i tuoi figli e apri i nostri cuori alla speranza, perché sentiamo in mezzo a noi la tua presenza di Padre. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen. Ricordati, o piissima Vergine Maria, che non si è mai udito al mondo che alcuno sia ricorso al tuo patrocinio, abbia implorato il tuo aiuto, chiesto la tua protezione e sia stato abbandonato. Animato da tale confidenza, a te ricorro, o Madre, Vergine delle vergini, a te vengo e, peccatore contrito, innanzi a te mi prostro. Non volere, o Madre del Verbo, disprezzare le mie preghiere, ma ascoltami propizia ed esaudiscimi. Amen.

don Witold e Alberto

Avviso sospensione riti e celebrazioni con il popolo