Syndicom chiede l’estensione dell’assicurazione contro la disoccupazione

0
95

Termine quadro più lungo per la concessione delle indennità, un maggior numero di indennità giornaliere in particolare per le persone più anziane e rinuncia alle ricerche di lavoro prive di prospettive di successo

Il sindacato syndicom accoglie con favore la decisione del Consiglio federale di alleggerire la difficile situazione dei disoccupati. Le misure sono però insufficienti nel medio e lungo termine. Pertanto syndicom chiede al Consiglio federale e al Parlamento di rafforzare in modo sostenibile l’assicurazione contro la disoccupazione.

Vista la situazione attuale, il Consiglio federale ha deciso di esonerare i disoccupati dalle ricerche di lavoro, di corrispondere fino a 120 ulteriori indennità giornaliere e di prorogare fino a due anni il termine quadro per la durata di versamento. Il sindacato syndicom accoglie con favore queste prime misure poiché in questo modo si rimanda l’immediata necessità dei disoccupati al periodo post crisi. Con questi provvedimenti le misure di smantellamento dell’assicurazione contro la disoccupazione deliberate in passato vengono in parte revocate.

Rafforzare in modo sostenibile l’assicurazione contro la disoccupazione
Il sindacato syndicom presume che nonostante l’ampio pacchetto di misure multimiliardarie del Consiglio federale, dopo la crisi il numero dei disoccupati sarà destinato ad aumentare notevolmente. syndicom chiede pertanto al Consiglio federale e al Parlamento di rafforzare in modo sostenibile l’assicurazione contro la disoccupazione prolungando i termini quadro e aumentando il diritto al numero di indennità giornaliere.

Da anni per i disoccupati più anziani è particolarmente difficile trovare una nuova occupazione e questo si aggraverà ancora di più in seguito alla crisi. Ecco perché i disoccupati a partire dai 58 anni di età hanno la possibilità di percepire indennità giornaliere fino al raggiungimento dell’età di pensionamento ordinaria. Inoltre gli uffici di collocamento regionali dovrebbero poter rinunciare a propria discrezione a richiedere ai disoccupati dimostrazioni di ricerca di lavoro quando non ci sono prospettive di successo.


syndicom