Grigioni: conti 2019 molto soddisfacenti, eccedenza di 53,6 mio

0
63

I conti 2019 del Cantone dei Grigioni si sono chiusi con un’eccedenza di 53,6 milioni di franchi, a fronte dei +2,7 milioni dell’esercizio precedente.

A questo risultato “hanno contribuito spese per beni e servizi minori rispetto al preventivo, ammortamenti nettamente inferiori, contributi a terzi non erogati e maggiori introiti fiscali da fonti federali e cantonali nonché alcuni grandi eventi straordinari non pianificabili”, indica una nota odierna del Governo retico.

Quest’ultimo si è detto molto soddisfatto del bilancio e afferma che il cantone è “ben preparato per affrontare le sfide finanziarie” che lo attendono.

Nel dettaglio, oltre a un maggiore gettito fiscale (+21,6 mio rispetto al preventivo), vi sono state entrate più elevate provenienti dagli utili distribuiti della BNS (+15,3 milioni), dall’imposta preventiva (+6,9 mio) e dall’imposta federale (+3,2 mio). Gli introiti derivanti dai proventi dell’indagine “Prestazioni edilizie nei Grigioni” sono inoltre aumentati di 4,5 milioni, quelli dai titoli nei beni patrimoniali di 16,0 milioni.

Per quanto riguarda l’esercizio in corso, nonostante il preventivo 2020 presenti un disavanzo di 33 milioni di franchi, v’è da attendersi nuovamente un buon risultato operativo. “Grazie a una distribuzione di utili della BNS straordinariamente elevata e a un dividendo in occasione dell’anniversario della Banca Cantonale Grigione nel 2020 sono già noti miglioramenti sostanziali dei ricavi rispetto al preventivo”, precisa ancora l’esecutivo.