Una lettura ad alta voce: “Vizi”

0
420

(Lettura di Marco Travaglia)

“La resina è il prodotto di un dolore, una lacrima che cola dall’albero ferito. Quelle gocce giallo miele, non scappano, non scivolano via come l’acqua, non abbandonano l’albero. Rimangono incollate al tronco, per tenergli compagnia, per aiutarlo a resistere ancora”.

Questa è la prima frase che appare sulla quarta di copertina di ‘’Gocce di resina’’ di Mauro Corona. Coincidenza vuole che il nome dello scrittore sia davvero evocativo per quanto sta accadendo, ma le coincidenze si sa, si infilano sempre nelle storie per strade misteriose!
Un libro di racconti brevi, che parlano di un mondo quasi scomparso, di tradizioni, di quotidianità.
Una quotidianità che in questi giorni tutti dobbiamo reinventarci, restando in casa e uscendo il meno possibile. Per questo, Il Bernina ha pensato di offrire ai propri lettori un ascolto, una goccia di resina al giorno (o quasi), per tenervi compagnia e aiutarvi a resistere ancora.

Buon ascolto


Sul libro e sull’autore

Risultato immagini per gocce di resina corona

“Gocce di resina” è una raccolta di una cinquantina di racconti. Appare nel 2001 ed è il quarto libro di Mauro Corona. Personaggio eclettico, tipo schivo e amante del vino nasce nel ’50 ad Erto, nella valle del Vajont. Passa l’infanzia seguendo il nonno nei boschi e il madre sulle montagne. Si appassiona poi alla scultura del legno e alla scrittura. Nel 63 assiste alla catastrofe della frana del Vajont, di cui scrive in tanti suoi libri.