Prescrizioni per l’esercizio della pesca dei Grigioni 2020

0
493

Le prescrizioni per l’esercizio della pesca 2020 hanno subito un rinnovamento importante. Le discussioni attorno ai cambiamenti sono state il risultato di una lunga e approfondita discussione con i rappresentanti delle società pescatori cantonali. Il documento finale è di conseguenza condiviso e accettato dalla base dei pescatori grigionesi.

Causa pandemia da Coronavirus, le assemblee ordinarie delle società pescatori valligiane non hanno potuto svolgersi e di conseguenza non c’è stata la possibilità di spiegare in dettaglio le nuove prescrizioni di pesca 2020, ci affidiamo a questo breve scritto per illustrare le novità principali.

Estratto dei cambiamenti riguardanti il distretto 6 “Poschiavino”:

I giorni di protezione lungo i corsi d’acqua sono stati aboliti

La stagione di pesca inizia il 1° maggio e dura fino al 15 settembre compreso nei corsi d’acqua (fiumi) e fino al 31 ottobre in acque stagnanti (laghi).

  • Per quanto riguarda il lago di Poschiavo la stagione termina il 15 settembre

Il limite di catture giornaliero ammonta a 6 salmonidi nei corsi d’acqua (fiumi) e a 10 per le acque stagnanti (laghi).

Complessivamente non si possono catturare più di 10 salmonidi nello stesso giorno.

Riguardo ai salmonidi, nei corsi d’acqua (fiumi) vige un limite di catture stagionali pari a 60 unità per pescatore, indipendentemente dal numero delle licenze di pesca acquistate.

Una delle novità principali e più importanti è la definizione di una misura minima di cattura per le trote fario e trote di lago specifica per corso d’acqua. Questa misura è il frutto di uno studio che ha come obiettivo di proteggere in modo sufficiente i riproduttori più importanti.

Lo studio relativo alla crescita della trota fario nelle acque del Cantone dei Grigioni è consultabile sul sito:

https://www.gr.ch/IT/istituzioni/amministrazione/bvfd/ajf/pesca/documentazione/Seiten/Publikationen.aspx

In Val Poschiavo (distretto di pesca 6 Poschiavino) per la pesca alle trote fario e di lago valgono le seguenti misure minime di cattura:

  • 30 cm; fiume Poschiavino a partire dal ponte La Scera fino al confine di stato (tratte 604 -605 – 606 – 607) nonché per il lago di Poschiavo (6011)

  • 24 cm; il resto del fiume Poschivino e tutti i torrenti laterali di montagna nonché tutti i laghi alpini.

Dato che molti pescatori valposchiavini praticano la pesca nella vicina Engadina citiamo che in tutto il bacino imbrifero dell’Inn, il limite di catture giornaliero per i corsi d’acqua (fiumi) ammonta a 4 salmonidi.

Il numero di temoli catturati in un giorno nei corsi d’acqua (fiumi) può essere al massimo di 2 esemplari.

Nel libretto “Prescrizioni per l’esercizio della pesca 2020” vengono citate in dettaglio le misure minime di cattura per ogni corso d’acqua piscicolo presente sul territorio cantonale.

Con l’introduzione di misure minime di cattura dettagliate per ogni corso d’acqua anche la statistica sulle catture ha subito dei cambiamenti. Ogni pesce catturato deve essere iscritto nella statistica sulle catture. Pesci di cui è ammessa la cattura devono essere inseriti nella statistica sulle catture immediatamente dopo la cattura, mentre pesci di cui non è ammessa la cattura perché troppo piccoli, troppo grandi o protetti (es.temolo) devono esser iscritti al più tardi dopo aver lasciato il corpo d’acqua .

In linea di principio la statistica sulle catture deve essere tenuta in forma elettronica con l’app grigionese della pesca. All’acquisto della licenza può comunque essere richiesta la consegna di una statistica in formato cartaceo.

Al fine di minimizzare ulteriormente il pericolo di contagio, l’Ufficio caccia e pesca consiglia l’uso della App della pesca per la statistica delle catture e non la classica statistica in formato cartaceo.

Raccomandiamo ai pescatori una lettura attenta del libretto sulle prescrizioni per l’esercizio della pesca 2020. In caso di domande o chiarimenti potete rivolgervi ai guardapesca presenti in valle.

Auguriamo a tutte e tutti i pescatori una bella e proficua stagione, rispettando le disposizioni sanitarie implicate dall’attuale situazione di pandemia.


Guardapesca cantonale

Livio Costa

Presidenti società pescatori Poschiavo e Brusio

Vito Crameri e Fabrizio Balsarini