Aiuti straordinari per assistenza ai bambini complementare alla famiglia

0
175
pixabay

Il Governo intende assicurare il finanziamento delle offerte di assistenza ai bambini complementare alla famiglia nella situazione attuale dovuta al coronavirus. A tale scopo il Governo mette a disposizione un finanziamento straordinario.

Il Cantone sostiene gli offerenti di assistenza ai bambini complementare alla famiglia con aiuti finanziari straordinari. L’obiettivo di tali aiuti consiste nel ridurre l’impatto economico negativo dovuto alla situazione attuale e di evitare che le offerte di assistenza subiscano danni duraturi.

Compensazione delle rette perse dovute dai genitori
Durante il periodo di validità dei provvedimenti volti a combattere il coronavirus gli offerenti di assistenza ai bambini complementare alla famiglia provvedono alle offerte di assistenza ai bambini se non è possibile un accudimento privato. Gli offerenti subiscono perdite finanziarie perché le entrate derivanti dalle rette dovute dai titolari dell’autorità parentale sono calate, mentre le spese fisse rimangono costanti. I disavanzi che si stanno delineando sono insostenibili per gli enti responsabili delle offerte di assistenza ai bambini complementare alla famiglia e mettono a repentaglio l’attività delle offerte.

Per tale ragione è necessario un finanziamento straordinario. A tale scopo, il Governo richiede alla Commissione della gestione del Gran Consiglio un credito suppletivo per un ammontare di un milione di franchi. La metà dei costi supplementari sarà a carico dei comuni.


Dipartimento dell’economia pubblica e socialità