TCS, seggiolini auto 2020: due terzi ottengono la menzione consigliato o molto consigliato

0
117

La maggior parte dei seggiolini auto sottoposti al test TCS 2020 dedicato all’esame di questi prodotti soddisfano o superano, in parte nettamente, le esigenze legali. Il TCS ha testato 24 seggiolini di tutte le classi d’età dal profilo della sicurezza, della maneggevolezza e del contenuto di sostanze nocive. Risultato: il seggiolino auto “Silver Cross Dream + Dream i-Size base” è l’unico ad aver ottenuto la menzione massima “eccellente”. Altri 15 modelli sono stati valutati “molto consigliati” e altri sei sono stati giudicati “consigliati”. Il seggiolino Osann Flux Plus, dal prezzo più vantaggioso, ha ricevuto soltanto la menzione “consigliato con riserva”. All’ultimo posto (unico prodotto “non consigliato”) figura il seggiolino Tex Baby Eris i-Size. Quest’ultimo non contiene sostanze nocive, ma presenta lacune in fatto di maneggevolezza e di sicurezza.

Le famiglie che non dispongono di un’automobile, ma che fanno sovente uso del car sharing, come pure quelle che utilizzano veicoli differenti, sono confrontate con il problema che molti operatori di car sharing non propongono seggiolini auto in tutti i loro veicoli. Inoltre, molti seggiolini convenzionali sono difficilmente trasportabili. Nel migliore dei casi, semplici rialzi senza supporto dorsale, sono soltanto una soluzione di emergenza per i bambini più grandi. Non offrono alcuna protezione contro gli urti laterali. Inoltre, la cintura non risulta posizionata in modo ottimale per il bambino.

Nell’ultimo test, il TCS ha anche esaminato modelli sviluppati non soltanto per un utilizzo in un veicolo, ma anche concepiti per un trasporto facile e una sistemazione che richieda poco posto. Il TCS ha esaminato attentamente i due seggiolini pieghevoli “Chicco Fold & Go i-Size” e “Mifold Hifold Fit and Fold Booster”. Entrambi sono stati concepiti per bambini di circa 4 anni e hanno ottenuto la menzione “consigliato”. Questi due prodotti hanno dunque superato chiaramente le esigenze legali. Lo scorso anno era già stato valutato il modello gonfiabile “Nachfolger Hy5.1 TT”, che aveva ricevuto la menzione “consigliato”. È adatto ai bambini fino a un peso di 18 kg (circa 4 anni). Il “Mifold Grab-and-Go” (da 4 a 12 anni circa), pure pieghevole, figurava già nel 2017 nella lista dei prodotti testati dal TCS. Tuttavia, come anche i rialzi classici senza supporto dorsale, non offre alcuna protezione contro gli urti laterali e può dunque essere consigliato solo come soluzione di emergenza. I bambini fino a un anno e mezzo vengono sistemati nelle navicelle di sicurezza che, nella maggior parte dei casi, possono essere fissate su una carrozzina, affinché il tragitto fino o dal veicolo possa effettuarsi senza difficoltà e il bambino sia protetto in maniera ottimale.

Altri consigli
Al momento di acquistare un seggiolino auto, oltre ai risultati del test, i genitori devono prestare attenzione al fatto che non tutti i seggiolini sono necessariamente adeguati a tutti i veicoli e idonei a tutti i bambini. Di conseguenza, è importante prendere con sé bambino e vettura per poter provare i diversi modelli. Già prima dell’acquisto è dunque possibile verificare la maneggevolezza e l’installazione del seggiolino nel proprio veicolo. Infatti, una corretta installazione del modello scelto è essenziale affinché, in caso di incidente, il seggiolino possa proteggere il bambino il più possibile. Le cinture devono essere ben tese e le giacche vanno tolte per non passare sotto la cintura addominale, affinché scorra il più possibile vicino al corpo del bambino. Inoltre, la regolazione delle cinture e il supporto dorsale vanno regolarmente adattati alla taglia del bambino.


TCS