Nuovo sistema d’informazione relativo ai grandi predatori nei Grigioni

0
446
Immagine di repertorio

Da inizio giugno le osservazioni relative a lupi e ad altri grandi predatori nel Cantone dei Grigioni vengono rilevate con una nuova app per grandi predatori e analizzate in maniera centralizzata. Il sistema permette di avvisare in tempi più rapidi i detentori di animali da reddito e di monitorare la situazione complessiva in maniera dettagliata. Numerosi dati sono accessibili anche al pubblico.

Gli organi di vigilanza della caccia dell’Ufficio per la caccia e la pesca dei Grigioni (UCP) rilevano osservazioni ed episodi che riguardano lupi, orsi, linci e altri grandi predatori attraverso un’app per il telefono cellulare. Il luogo, l’ora e il tipo di osservazione vengono inviati in tempi rapidi alla banca dati dell’UCP e possono essere analizzati in maniera centralizzata. Il sistema permette di allertare in tempi ancora più rapidi i detentori di animali da reddito nelle zone in cui vengono registrati avvistamenti ed episodi.

Il nuovo sistema arriva al momento giusto: la popolazione di lupi nei Grigioni è in aumento e da marzo il numero registrato di avvistamenti e di episodi legati ai lupi è stato nettamente superiore rispetto agli altri anni. Gli agricoltori hanno segnalato all’UCP più di quaranta episodi in cui animali da reddito sono stati sbranati da lupi; tra questi vi erano circa 15 animali da reddito che facevano parte di greggi protette con recinzioni elettriche o da cani da protezione. Un numero importante di episodi si concentra in Surselva.

Tutte le osservazioni di grandi predatori in sintesi
Il nuovo sistema è accessibile al pubblico. Su una nuova pagina web dell’UCP è stata pubblicata una cartina che raccoglie tutte le osservazioni di grandi predatori in base alla specie e riporta i relativi dati. Le osservazioni vengono rappresentate con dei punti. Più un’osservazione è recente, più il relativo punto è scuro. È previsto che la pagina venga migliorata su base continua aggiungendo informazioni e funzioni. Inoltre tutte le predazioni di animali da reddito verificatesi dal 1° giugno 2020 sono disponibili sul sito web dell’UCP sotto forma di notifiche.

Soprattutto a seguito della crescita della popolazione di lupi e della presenza di orsi, che si ripete da anni, benché in modo sporadico, i detentori di animali da reddito, le autorità locali e il pubblico hanno un’esigenza crescente di ricevere informazioni riguardo agli avvistamenti e agli episodi che riguardano grandi predatori. Per questa ragione l’UCP aveva attivato un sistema di prova già nel 2018 e un sistema di allarme capillare nel 2019 per agricoltori, apicoltori, responsabili di alpi e altri detentori di animali. Questo sistema è stato gestito dal Plantahof, il quale inviava notifiche agli organi di vigilanza della caccia dell’UCP. Il nuovo sistema è in grado di fornire una quantità maggiore di informazioni in tempi più rapidi. Oltre ad avvistamenti ed episodi che riguardano lupi e orsi vengono rilevati anche quelli che coinvolgono linci e sciacalli dorati.

Netto aumento dell’attività dei lupi
AAttualmente l’interesse si concentra su episodi che riguardano i lupi. In Surselva ci sono tre branchi di lupi che vengono avvistati regolarmente. Si tratta del branco del Beverin, di quello del Ringelspitz e di quello della Val Grond. Occorre ritenere che si formeranno ulteriori branchi. Inoltre in tutti i Grigioni sono presenti lupi solitari. L’agricoltura è confrontata in misura particolare alle sfide correlate alla gestione dei grandi predatori. È stato possibile accertare che in diversi casi singoli lupi superano le misure di sicurezza come i recinti elettronici o non si fanno intimorire dai cani da protezione dei detentori di animali e quindi manifestano un comportamento molto problematico. Finora sono stati soprattutto pecore, agnelli e capre a rimanere vittima dei lupi. Ma anche tra le mandrie di vacche nutrici negli ultimi tempi gli agricoltori hanno riscontrato cambiamenti nel comportamento. Gli animali sono sembrati più nervosi del solito, in singoli casi animali impauriti sono scappati dal recinto. Si presume che ciò sia dovuto alla maggiore presenza di lupi. Non è escluso che ciò comporti un nuovo potenziale pericolo per la sicurezza delle persone che lavorano con gli animali nonché per persone che si avvicinano alle mandrie.n haben Landwirte in jüngster Zeit veränderte Verhaltensweisen festgestellt. Die Tiere wirkten nervöser als normal, in Einzelfällen sind verängstigte Tiere aus ihrem Gehege ausgebrochen. Es wird vermutet, dass dies auf die erhöhte Wolfspräsenz zurückzuführen ist. Es ist nicht ausgeschlossen, dass sich damit ein neues Gefahrenpotenzial für die Sicherheit der Personen, die mit den Tieren arbeiten, sowie für Menschen, die sich in die Nähe der Herden begeben, auftut.

L’UCP osserva su base continua l’evoluzione degli episodi che riguardano i lupi, fornisce informazioni aggiornate ed è a disposizione dei detentori di animali interessati e delle autorità locali in qualsiasi momento.

Nuovo sito web dell’UCP relativo ai grandi predatori:
www.ajf.gr.ch/grossraubtiere