In futuro la Polizia punta su un’organizzazione d’intervento dinamica

0
394

Nuovo orientamento della struttura dei posti di polizia e del personale: così la Polizia cantonale dei Grigioni attua l’incarico ricevuto dal Governo. Grazie ad una strategia d’intervento e organizzativa dinamica e moderna garantisce un’elevata presenza visibile delle forze dell’ordine che si riflette in una maggiore sicurezza e prossimità al cittadino. I dipendenti approfittano di posti di lavoro al passo con i tempi.

L’incarico si basa sul programma governativo 2017-2020 e sul rapporto “Polizei Graubünden 2015plus”. Gli incarichi come pure le prestazioni sono state definite in base alle risultanze emerse dall’attenta analisi dello status quo e adattati alle strutture già consolidate. Le regioni Reno/ Moesa, Surselva, Grigioni Centrali e Engiadina escono rafforzate da questo modello di sviluppo; in modo particolare le catene del comando e i livelli della condotta sfoltiti. Al contempo si è proceduto ad un’ottimizzazione delle strutture e dei processi. L’attività della Polizia e la tattica d’intervento non sono limitate come per il passato alla circoscrizione dei singoli posti di polizia ma si estendono a settori d’impiego a raggio regionale e sovraregionale.

Priorità nell’attività della Polizia giudiziaria
L’analisi e la valutazione dei casi verificatesi nel corso degli ultimi tre anni, unite ad altre valutazioni specifiche, hanno dimostrato che sulla base dell’evoluzione del trend, ci si deve attendere in futuro un incremento delle attività della Polizia giudiziaria su tutto il territorio cantonale. Grazie alle risorse liberatesi nel settore della polizia stradale (esternalizzazione dell’accompagnamento dei trasporti, diminuzione degli incidenti stradali, gestione di due centri di controllo del traffico pesante) è possibile destinare un numero superiore di effettivi alle attività di polizia giudiziaria in tutte le regioni. I Centri della polizia giudiziaria già presenti nelle regioni saranno potenziati e disporranno di cinque agenti di polizia ciascuno. Sei agenti rafforzeranno il Nucleo investigativo di Coira.

Strategia d’intervento mobile
La strategia d’intervento mobile viene supportata da un’infrastruttura informatica di alta qualità che consente di lavorare in settori d’impiego regionali e sovraregionali. La moderna tecnologia informatica permette al singolo agente una maggiore mobilità, specificatamente di espletare i lavori incombenti nelle più disparate sedi della Polizia cantonale come pure sul luogo dell’evento; ciò si traduce in un’accresciuta flessibilità e quindi sicurezza nonché prossimità al cittadino. La Polizia è più palpabile e può agire con maggior flessibilità.

Adeguamenti moderati
Grazie all’organizzazione su ampia scala e al lavoro nei settori d’impiego si creano pure le premesse per una moderna condotta e delle attrattive condizioni di lavoro. Pur continuando ad usufruire delle infrastrutture preesistenti i posti di polizia più piccoli sono assemblati in unità più ampie sia dal punto di vista della condotta che dell’organizzazione. Gli adeguamenti interessano i seguenti settori:

  • Prättigau (Schiers e Klosters): Centro della polizia (CDP) Prättigau
  • Lenzerheide/Albula (Savognin, Tiefencastel, Lenzerheide): Centro della polizia (CDP) Lenzerheide/Albula
  • Valle del Reno (Domat/Ems e Thusis): Centro della polizia (CDP) Beverin
  • Schanfigg (Arosa e Landquart): Centro della polizia (CDP) Montalin

Così si riduce la catena del comando dei capi regione. Le attività della condotta, inclusa la formazione, risultano rafforzate a questo livello. I Centri della polstrada di Coira e Thusis rimangono presso le ubicazioni attuali e non subiscono modifiche di organico.  Presumibilmente a partire dal 2024 saranno conglobati in un unico centro di appoggio, la cui sede, secondo un decreto governativo, è prevista nelle immediate vicinanze dello svincolo Coira sud. A seguito della riorganizzazione i posti di polizia di Domat/Ems e Martina verranno chiusi a fine anno. Secondo il Comandante della Polizia cantonale dei Grigioni, col Walter Schlegel: “Questi adeguamenti strutturali, caratterizzati per la loro moderata incidenza, sono finalizzati ad una maggior sicurezza della popolazione e dei turisti che soggiornano nel nostro Cantone come pure all’ottimizzazione della condotta e della gestione degli impieghi. Essi rafforzano la posizione della Polizia cantonale dei Grigioni, che diverrà un datore di lavoro ancora più attrattivo.”

Persona di contatto
Dalle 14.00 alle 16.00 di venerdì 12 giugno 2020, il Comandante della Polizia cantonale dei Grigioni, col Walter Schlegel, è a disposizione dei giornalisti per informazioni. Gli appuntamenti sono da concordare venerdì mattina, telefonando allo 081 257 79 50.