Messaggio del vescovo Peter Bürcher a tutti i fedeli della Diocesi di Coira

0
167
Monsignor Peter Bürcher

Saluto di cuore tutti i fedeli nella Diocesi di Coira!

Siamo tutti nel cammino della vita.
Quando il giovane Giovanni Maria Vianney fu in cammino verso la sua nuova parrocchia ad Ars, vicino a Lione, in Francia, chiese ad un ragazzo: «Mi puoi dire quale via devo prendere per arrivare ad Ars?». Il ragazzo mostrò al giovane curato la via ed egli disse a lui: «Mi hai mostrato la via per Ars; ti mostrerò la via per il paradiso».
Sin dall’8 giugno e fino alla Prima Domenica di Avvento, 29 novembre, ci troviamo nella seconda fase del nostro comune cammino per rinnovare la Chiesa nella Diocesi di Coira. Qualcuno mi ha chiesto: “Siamo insieme in cammino, ma verso dove?” Dove? Già, troppo spesso dimentichiamo questo. Il tempo di coronavirus ci ha forse ricordato proprio questo: come cristiani dobbiamo mostrare a chi ci sta attorno la via verso il Cielo. È quella la mèta verso dove stiamo camminando insieme da pellegrini. Come? Con fede, nella speranza e nell’amore! Fondamentalmente, si tratta per ognuno di noi di fortificare insieme e personalmente la nostra fede. La fede è un grande dono!
Siamo in cammino, nella consapevolezza che le nostre vie, alla fine, ci condurranno davanti al trono di Dio. Gesù, risorto dai morti, ci ha preceduto. Là troveremo amore e misericordia in pienezza. Il Cielo è la continua comunione con Dio. Adesso, però, siamo ancora pellegrini, in cammino verso questa comunione. La nostra via può infatti anche divenire via crucis. Chi crede, non è solo. Con gioia leggiamo nel Youcat: «La fede degli altri mi sorregge, nella misura in cui il fuoco della mia fede accende e fortifica altri». E spesso anche noi possiamo pregare il Signore: «Credo, aiutami nella mia incredulità!».

Miei cari, benedico tutti voi, che siete in cammino verso il Cielo, nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.

Restais sauns!
Vi auguro buona salute!
Bleibt alle gesund!

Schöne Sommerwochen!

Il messaggio del vescovo Peter Bürcher in lingua tedesca