Nuovi casi di Coronavirus in Engadina e a Coira

0
4360

Il numero di persone infettate dal coronavirus è in aumento. Negli scorsi giorni altre nuove infezioni sono state registrate in un albergo a Pontresina, in un centro estivo diurno a Zuoz e in un bar a Coira. L’Ufficio dell’igiene pubblica ha adottato le necessarie misure. Si consiglia vivamente di rispettare le regole di distanziamento e le prescrizioni igieniche.

L’Ufficio dell’igiene pubblica dei Grigioni è stato informato giovedì di una nuova infezione in un albergo a Pontresina. Le misure di contenimento sono state coordinate e attuate insieme al Comune: attualmente ci sono quattro persone in isolamento (una nel suo cantone di residenza), 16 in quarantena e una in ospedale.

I contact tracers hanno immediatamente iniziato a lavorare sulla prevenzione di eventuali catene di infezione, identificato le persone che potrebbero entrate in contatto con persone positive al test e organizzato le quarantene. Inoltre, con il supporto della polizia municipale, il Comune di Pontresina ha verificato le misure di protezione del fornitore di servizi e ordinato correzioni. Dopo i controlli a campione degli ultimi mesi, le misure di protezione dei fornitori di servizi turistici saranno nuovamente controllate nei prossimi giorni.

A causa dell’elevato tasso di occupazione nel settore alberghiero, il Comune di Pontresina ha uno staff di gestione comunale attivo, motivo per cui è stato rapidamente possibile, in collaborazione con l’autorità sanitaria cantonale, adottare le misure necessarie e contenere eventuali ulteriori contagi.

Caso positivo nel centro estivo diurno

Un bambino è stato testato come positivo in una colonia estiva diurna a Zuoz. L’Ufficio dell’igiene pubblica ha immediatamente messo in atto misure per contenere il contagio. Attualmente vi è una sola persona in isolamento, mentre i membri della famiglia e i 18 bambini che partecipano alla colonia sono in quarantena. Di loro si occuperanno i contact tracers.

Caso positivo nel bar di Coira

Già mercoledì ci sono stati contatti in un club di Coira tra un dipendente del bar e gli ospiti, dopo di che sono stati identificati altri 120 contatti circa; 80 persone sono attualmente in quarantena e di loro si occuperanno i contact tracers.

In totale si contano così nel Cantone dei Grigioni 7 persone in isolamento e 125 in quarantena (10 luglio 2020, 17:30).

Non abbassare ancora la guardia

L’obiettivo primario degli sforzi è quello di prevenire la necessità di mettere in atto ulteriori e più drastiche misure. Per quanto riguarda in particolare le ferie, l’Ufficio dell’igiene pubblica continua a raccomandare vivamente di osservare rigorosamente la regola del distanziamento di 1,5 metri, le misure generali d’igiene e l’obbligo di indossare la maschera protettiva sui trasporti pubblici. Raccomanda inoltre di evitare gli assembramenti, in particolare all’interno di spazi chiusi.

Per proteggere la popolazione ed evitare ulteriori misure restrittive, le catene d’infezione devono essere interrotte il più rapidamente possibile. L’Ufficio dell’igiene pubblica conta sulla responsabilità individuale e raccomanda che i dati di contatto vengano registrati correttamente quando si partecipa a manifestazioni oppure si visitano ristoranti e club.

L’Ufficio dell’igiene pubblica analizza continuamente l’evoluzione del contagio ed esamina l’adeguatezza delle misure adottate. Ulteriori informazioni per il grande pubblico e le aziende sono aggiornate quotidianamente sulla pagina dedicata dal Cantone.