Repower presenta un risultato superiore alle attese

0
267

Repower AG ha conseguito un buon risultato nel primo semestre 2020. Il risultato operativo si attesta a 68 milioni di franchi, l’utile ammonta a 41 milioni di franchi. La centrale a ciclo combinato gas-vapore di Teverola ha fornito energia di bilanciamento in modo selettivo in un contesto di mercato volatile, contribuendo in modo significativo alla stabilità della rete in Italia e al buon risultato del Gruppo. La produzione di energia elettrica delle centrali idroelettriche proprie è stata superiore del 20% rispetto ai primi sei mesi dell’anno precedente.

Repower AG ha superato con successo la crisi scatenata dalla pandemia da Covid-19 nella prima metà del 2020. L’azienda e i suoi dipendenti si sono adattati rapidamente alla nuova situazione e hanno garantito il corretto funzionamento dell’azienda e il regolare svolgimento dei suoi processi commerciali. La sicurezza dell’approvvigionamento è stata garantita in ogni momento.

Il totale dei ricavi nel primo semestre 2020 è di 843 milioni di franchi, il risultato operativo (EBIT) ammonta a 68 milioni di franchi. Il Mercato Svizzera ha contribuito al risultato del primo semestre con un EBIT di 18 milioni di franchi. Il Mercato Italia ha conseguito un EBIT di 56 milioni di franchi. L’utile netto nel primo semestre si attesta a 41 milioni di franchi. La quota del patrimonio netto rimane invariata a un livello elevato (47%).

Contesto di mercato favorevole per l’energia di bilanciamento
Durante la crisi legata al coronavirus la domanda di elettricità e gas è crollata in Svizzera e in Italia, anche se in misura diversa nei due paesi. Come conseguenza dei cambiamenti nei consumi di energia elettrica, la volatilità dei prezzi è aumentata. Sono inoltre aumentate le richieste sul mercato dei servizi di bilanciamento. In questa situazione la centrale a ciclo combinato gas-vapore di Teverola (Italia) ha fornito energia di bilanciamento in modo selettivo e ha contribuito nuovamente in modo significativo al buon risultato del primo semestre.

Nel primo semestre 2020 la produzione di energia elettrica in Svizzera è stata superiore alla media. Le centrali idroelettriche proprie hanno fornito 344 GWh (20% in più rispetto al primo semestre 2019), mentre le partecipazioni in centrali idroelettriche hanno fatto registrare una produzione di 362 GWh (+29%).

Gli investimenti complessivi di Repower AG nel 1° semestre 2020 ammontano a 54 milioni di franchi. La maggior parte è confluita nei nuovi impianti di produzione di energia rinnovabile in Italia. Repower Renewable ha acquisito dodici impianti fotovoltaici esistenti. I nuovi impianti hanno una capacità installata di 14,3 MW di energia solare. Repower amplia così ulteriormente le sue capacità produttive di energia rinnovabile in linea con la propria strategia di crescita sostenibile. A fine giugno sono inoltre iniziati con qualche ritardo i lavori per il rinnovo generale della centrale idroelettrica di Robbia, in Valposchiavo. Si tratta del più grande investimento in misure di ristrutturazione nella storia di Repower.

In linea con la sua strategia di partnership, in primavera Repower ha unito le forze con altre sei aziende elettriche e ha costituito EVUlution AG. L’obiettivo della nuova società è quello di sviluppare prodotti e servizi innovativi per prepararsi alle complesse esigenze dell’approvvigionamento energetico del futuro.

Prospettive e obiettivi
Repower continuerà a investire in capacità energetiche da fonti rinnovabili e ad esaminare nuove opportunità di partnership. A causa delle attuali incertezze (Covid-19), è impossibile fare previsioni sul risultato finanziario per l’intero esercizio 2020.


Repower