A Poschiavo riprende la S. Messa “dello scolaro”

Da venerdì 4 settembre

0
77
Poschiavo, interno della collegiata

Cari genitori,
l’attuale pandemia di covid-19 impone prudenza, attenzione e scelte responsabili in ogni ambito della nostra vita. Anche le comunità cristiane tengono alta la guardia e si adoperano per evitare la diffusione dei contagi.
Nei mesi scorsi, durante il periodo di situazione straordinaria, anche quando è stato possibile tornare a celebrare le S. Messe, non abbiamo ripreso l’appuntamento del venerdì dedicato agli scolari. Ora le condizioni sono differenti e crediamo, con le dovute cautele e attenzioni, di poter tornare a celebrare la S. Messa “dello scolaro” a partire da venerdì 4 settembre.
Al termine delle lezioni a scuola, il venerdì pomeriggio alle ore 15.05, i vostri figli potranno come di consueto raggiungere autonomamente la collegiata di San Vittore Mauro, dove la celebrazione della S. Messa inizierà alle 15.20. È importante che lungo il tragitto, qualora i “gruppi – classe” si mescolassero, venga mantenuta la distanza interpersonale di 1,5 metri. Una volta giunti all’esterno della chiesa, i bambini e i ragazzi saranno invitati ad entrarvi immediatamente, così da evitare assembramenti sul sagrato. In chiesa occuperanno i posti loro riservati, sedendo al massimo in cinque per ogni banco, secondo quest’ordine:

  • Lato sud della navata
    • classe 4a Sud: 1°, 2° e 3° banco – rimane libero il 4°;
    • classe 5a Sud: 5°, 6° e 7° banco – rimane libero l’8°;
    • classe 6a Sud: 9°, 10° e 11° banco – rimane libero il 12°.
  • Lato nord della navata
    • classe 4a Nord: 1°, 2° e 3° banco – rimane libero il 4° banco;
    • classe 5a Nord: 5° e 6° banco – rimane libero il 7° banco;
    • classe 6a Nord: 8°, 9°, 10° e 11° banco – rimane libero il 12°.

I posti per i fedeli adulti saranno limiti e contingentati agli ultimi due banchi per ogni lato della navata. Saranno inoltre a disposizione alcune sedie.
Durante la celebrazione varranno le consuete norme anti contagio per le S. Messe: non si scambierà il segno della pace, il sacerdote si igienizzerà le mani più volte, la Comunione sarà distribuita solo sulla mano e il dialogo “Il Corpo di Cristo – Amen” avverrà una sola volta per l’intera assemblea.
Ancora è presto, invece, per ipotizzare, al termine della S. Messa, l’apertura consueta della Sala giovani. Ci riserviamo di fare nuove valutazioni nelle prossime settimane e di darvi comunicazioni per il mese di ottobre.
Ringraziandovi per la collaborazione, vi salutiamo cordialmente.

don Witold, Alberto e Monica