“Ciao Marino… ” – Il saluto della Sportiva Palü

0
1854

Incredulità. È quella che serpeggia ancora nella mente di molti dopo l’annuncio, come un fulmine a ciel sereno, della tua inattesa e tragica scomparsa.

Difficile passare davanti al garage e non vedere il tuo sguardo allegro ed il tuo simpatico saluto con la mano aperta. Ancor più non poterti vedere all’opera nelle varie discipline alle quali ti dedicavi con tanta passione dopo le lunghe ore di lavoro. Mancherà il tuo nome in cima alle varie classifiche delle gare alle quali partecipavi con tanto entusiasmo e con risultati impressionanti. Da atleta vero, che ha sempre anteposto il lavoro di tutti i giorni alla carriera sportiva che era, senz’altro, nelle corde di uno talentato come te.

Mi piace ricordarti, prima che come atleta di primissimo rango, come una persona timida e riservata, molto modesta e con i piedi per terra ma allo stesso tempo allegra e pronta alla battuta, con una grande voglia di ridere e di vivere. Una persona solare e positiva, mai sopra le righe e sempre gentile, disponibile e sorridente. Un campione in tuta da garage, amato e rispettato anche dai rivali che con la passione per lo sport era conosciuto ben oltre i confini della valle. Un silenzioso trascinatore che ha fatto conoscere la sua tanto amata Poschiavo.

Oltre ai risultati sportivi di primissimo piano, a tutti rimarrà impressa la tua tenacia, la tua sportività e quel sorriso da bravo ragazzo che nessuno mai potrà dimenticare.

Nei nostri ricordi rimarrai sempre quello che andava a tutta in corsa, in bici e nelle gare di scialpinismo.

Il mio pensiero corre direttamente a tua mamma e alla fidanzata, ma anche agli amici più vicini, a cui auguro tanta forza nel superare questo straziante momento.

Ciao Marino, grazie per tutto quello che hai dato non solo alla nostra società, ma a tutti quelli che ti conoscevano.


Michela Compagnoni-Rada