I Grigioni riattivano lo stato maggiore di condotta

0
944

Anche nel Cantone dei Grigioni i valori relativi al coronavirus sono di nuovo in aumento. Per questo motivo, l’Ufficio della sanità pubblica è nuovamente supportato dallo stato maggiore di condotta.

Oggi a Coira il consigliere di stato Peter Peyer ha informato i membri del Gran Consiglio sulla situazione attuale della pandemia da covid-19. Ha inoltre comunicato la riattivazione dello stato maggiore di condotta cantonale. Le autorità godono quindi anche del sostegno della polizia cantonale, dell’esercito e della protezione civile.

Malgrado le cifre stiano puntando verso l’alto, il Cantone dei Grigioni continua a permettere l’organizzazione di grandi eventi con più di 1000 persone. Peyer spiega che ciò è dovuto al fatto che le misure di protezione adottate risultano molto efficaci.

A tutt’oggi nei Grigioni sono 739 le persone poste in quarantena grazie al tracciamento dei contatti (Contact Tracing). Altre 479 sono finite in quarantena dopo aver fatto rientro sul territorio cantonale. Peyer giudica la “situazione molto grave” e sostiene che il 20-30 percento delle persone messe in quarantena dal Team del Contact Tracing risultano poi infette dal virus.