Sommaruga dona un melo e lo dedica agli eroi silenziosi

0
341

Il 1° di agosto la presidente della Confederazione Sommaruga ha donato una pianta di melo ai delegati dei 26 cantoni per onorare chi si è prodigato per i bisognosi durante la crisi da Covid-19. Ieri il Cantone dei Grigioni ha piantato il suo melo a Sagogn (Surselva).

Da quando nella primavera del 2020 è iniziata la crisi legata al coronavirus, molte persone sono state chiamate a degli sforzi straordinari, indica un comunicato del Cantone. Sono i postini, le commesse, il personale di cura e tanti altri che durante l’emergenza si sono impegnati senza risparmiarsi per il bene della collettività bisognosa.

Alle 26 delegazioni cantonali, la presidente della Confederazione aveva donato simbolicamente una pianta di melo in occasione della cerimonia della Festa nazionale del 1° di agosto sul Grütli (UR). Sugli scudi per i Grigioni la commessa Judith Schnider, che con il suo negozio di paese a Laax durante la chiusura aveva rifornito mezzo paese con generi alimentari, e l’infermiere Ram Das, per il suo grande lavoro a favore dei disabili ospitati in un centro abitativo di Coira.

I due premiati hanno deciso successivamente di donare la pianta di melo al Cantone dei Grigioni. Ieri il melo nano è stato piantato a Sagogn nella Val Surselva, alla presenza del presidente del Governo retico Christian Rathgeb. Il villaggio dell’Oberland grigionese è infatti molto conosciuto per la sua biodiversità nel settore della frutticoltura. Annovera ben 40 varietà di meli, 19 varietà di pere e 8 di prugne. Il melo di Judith e di Ram crescerà e porterà dunque i suoi frutti in buona compagnia.